Perché e come usare il cbd per la cura della pelle

Imparare

Disclaimer: Questo contenuto non sostituisce la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale. Consultare sempre il proprio medico o un altro operatore sanitario qualificato per domande riguardanti una condizione medica.

I benefici del CBD sono innumerevoli. I trattamenti per la pelle a base di CBD stanno diventando sempre più popolari (Ulta e Sephora hanno recentemente introdotto una linea di prodotti per la pelle arricchiti con CBD e sicuramente ne seguiranno altri). Tuttavia, la mancanza di regolamentazione fa sì che molti dei prodotti presenti sul mercato siano incoerenti nel migliore dei casi e del tutto inefficaci nel peggiore.

Benefici del CBD per la pelle

Le malattie e le condizioni della pelle possono essere devastanti e devastanti per chi ne ha esperienza, e possono influire sul benessere fisico e mentale di chi ne è affetto. Con l’aumento dell’uso di sostanze chimiche aggressive nei prodotti per la cura della pelle, è logico che le persone cerchino prodotti di bellezza più organici e naturali.

I prodotti di bellezza come le maschere per il viso, le creme da giorno e le lozioni per il corpo che contengono CBD come ingrediente attivo stanno rapidamente comparendo sul mercato. Il CBD integrale e il CBD derivato dalla canapa sono antinfiammatori naturali e sono quindi ideali per combattere le malattie della pelle.

Le malattie della pelle sono estremamente comuni. In effetti, ogni anno ben 50 milioni di americani sono colpiti dall’acne. Il 10% delle persone svilupperà la dermatite atopica nel corso della vita e circa 16 milioni di americani soffriranno di rosacea. Più di 7 milioni di persone soffrono di psoriasi. Mentre la maggior parte degli adulti dispone di una gamma di prodotti per la cura della pelle che li aiutano a gestire i loro problemi, altri devono ricorrere a opzioni di prescrizione per trovare sollievo.

Molte di queste condizioni della pelle sono fastidiose di per sé, causando bruciore, prurito, dolore o disagio generale. Inoltre, l’insorgere di alcune patologie cutanee può avere un impatto negativo sulla salute mentale. Le creme antimicotiche e antibiotiche sono spesso utilizzate per trattare le condizioni della pelle. Condizioni più gravi possono richiedere l’uso di farmaci steroidei topici.

Il problema di alcuni di questi farmaci è che l’esposizione regolare può portare a una riduzione della loro efficacia. È noto che l’uso continuato di farmaci antibiotici altera il microbioma naturale dell’organismo e può influire negativamente sul sistema immunitario della pelle. Questi farmaci richiedono anche prescrizioni regolari, il che può impedire di stabilire la propria routine di cura della pelle. Purtroppo, molte persone non sono in grado di controllare le loro condizioni cutanee senza questi farmaci.

Il CBD sta entrando rapidamente nel settore della cura della pelle e i ricercatori stanno lavorando per scoprire proprietà antinfiammatorie, sebostatiche e antiproliferative che potrebbero rendere il CBD una valida opzione di trattamento per molti problemi cutanei. Il CBD può essere usato regolarmente senza effetti collaterali negativi e in alcuni casi può sostituire i farmaci da prescrizione.

Ufficialmente, gran parte della ricerca sul CBD per le condizioni della pelle è ancora nelle fasi iniziali e i ricercatori dovranno continuare a fare progressi prima che il CBD possa affermarsi come trattamento o cura.

È noto che il CBD veniva usato come pianta medicinale migliaia di anni fa. Oggi è conosciuta come l’erba magica dagli innumerevoli benefici per la salute. È noto che aiuta a trattare un’ampia gamma di condizioni della pelle, dalla psoriasi, alla dermatite atopica e all’acne, fino alla riduzione delle crisi epilettiche, dello stress e dell’insonnia. Ecco alcuni motivi per cui il CBD funziona bene in un regime di cura della pelle.

Il CBD è un antiossidante e antinfiammatorio

Il CBD ha proprietà terapeutiche e antinfiammatorie e può funzionare meglio della vitamina C e A come antiossidante. Può aiutare a trattare e lenire la pelle irritata, l’acne dolorosa e promuovere la rigenerazione cellulare per un aspetto più sano e giovane.

Il CBD produce lipidi

Gli studi hanno dimostrato che il CBD ha la capacità di produrre lipidi, che sono componenti essenziali della pelle e svolgono un ruolo critico nella funzione di barriera cutanea. Pertanto, il CBD aiuta a regolare e trattare le cellule della pelle, oltre ad aumentare l’idratazione e la funzione barriera della pelle.

Il CBD è antibatterico

Grazie alla presenza di terpeni, il CBD ha potenti componenti antibatterici, antinfiammatori, antisettici e sebo-riduttori. Se applicato sulla zona interessata, può agire sia come antinfiammatorio che come antibiotico per guarire e curare l’area infetta.

Il CBD è immunosoppressivo

Il CBD, come altri cannabinoidi, ha proprietà immunosoppressive, il che significa che può sopprimere parzialmente o completamente la risposta immunitaria di un individuo. Questo aiuta il CBD ad agire sulle malattie della pelle dall’interno. Questo può aiutare a trattare gravi malattie della pelle come la psoriasi.

Il CBD protegge dai raggi ultravioletti

L’olio di canapa ricavato dai semi di marijuana è ricco di acidi grassi che contrastano i danni del sole. I raggi ultravioletti sono collegati a numerose malattie della pelle, come l’invecchiamento e il cancro, quindi l’uso dell’olio di CBD può alleviare la pelle secca e portare a una pelle più sana e protetta.

Il CBD stimola il sistema endocannabinoide

Il CBD stimola l’attività del sistema endocannabinoide del corpo. Il sistema endocannabinoide svolge un ruolo chiave nella regolazione della produzione di sebo. Se il corpo produce troppo sebo, il CBD può calmare le ghiandole sebacee regolando la produzione di olio. Può anche fornire l’equilibrio necessario al sistema endocannabinoide carente.

Benefici del CBD per varie condizioni della pelle

Il nostro corpo produce anandamide, un cannabinoide naturale creato nel nostro cervello. Il CBD viene utilizzato per aumentare l’anandamide nel nostro corpo attraverso il sistema endocannabinoide. Il sistema endocannabinoide ha il potenziale per ridurre il dolore. Tuttavia, se l’olio di CBD viene massaggiato sulla pelle, ha effetto solo sulla zona in cui viene applicato. Il CBD aiuta a controllare l’infiammazione e la produzione di olio o sebo nella pelle, che se controllata può ridurre significativamente l’acne. Ci sono ancora molte ricerche da fare, ma gli specialisti del viso lo stanno già prescrivendo per trattare la pelle secca, la psoriasi e la pelle a tendenza acneica.

La CBBD può lenire la psoriasi

La psoriasi è una malattia della pelle in cui le cellule cutanee crescono e si dividono più velocemente del normale. Di conseguenza, la pelle inizia a mostrare i segni dell’eczema. Sebbene non esista ancora una cura per la psoriasi, sono stati prodotti diversi farmaci per cercare di ridurne i sintomi. Il CBD è diventato un trattamento popolare per la psoriasi.

Molti studi hanno dimostrato l’effetto del CBD nel trattamento della psoriasi, dalla gravità al numero di attacchi. Poiché il CBD ha proprietà antinfiammatorie, può anche aiutare ad alleviare il dolore tipicamente causato dalla psoriasi.

Il CBD aiuta la pelle a tendenza acneica

Sebbene l’acne si manifesti più spesso durante l’adolescenza, sempre più adulti sperimentano riacutizzazioni dell’acne. Fast food, scarsa cura della pelle, stress, anticoncezionali e persino squilibri ormonali possono essere fattori di insorgenza dell’acne in età avanzata.

L’acne è causata da un’aumentata secrezione di sebo e propionibatteri. Sebbene il sebo svolga un ruolo importante nella protezione della pelle, lo fa solo quando è correttamente bilanciato. Quando la pelle ne produce troppo, può comparire l’acne. Recentemente, tuttavia, si è scoperto che l’applicazione topica di CBD può effettivamente contribuire a ridurre l’acne o a bloccarla del tutto.

Gli studi hanno dimostrato che il cannabidiolo riduce la produzione di sebo, che è la prima cosa che gli specialisti della pelle cercano di ridurre nel trattamento dell’acne. Oltre ad avere proprietà antinfiammatorie, il CBD svolge un’azione antibatterica che riduce in modo significativo i propionibatteri che causano il gonfiore sotto la pelle.

Il CBD aiuta a trattare la dermatite atopica

La dermatite è una condizione cutanea comune nei bambini. Circa il 10% dei bambini sotto i sei anni soffre di dermatite. Questa condizione può essere molto fastidiosa per il bambino, soprattutto a causa delle eruzioni cutanee rosse e pruriginose che compaiono sulla pelle. Sebbene i medici prescrivano creme medicate che possono essere efficaci nel ridurre i sintomi, queste hanno anche molti effetti collaterali.

Chi soffre di dermatite sta iniziando a cercare metodi alternativi più naturali. Poiché il CBD ha comprovate proprietà antinfiammatorie, può essere un’ottima soluzione per il trattamento della dermatite, una malattia infiammatoria della pelle.

Oltre all’olio di CBD, si può anche optare per creme o lozioni infuse di CBD. I cannabinoidi presenti nelle creme al CBD si legano ai recettori dei cannabinoidi presenti nella nostra pelle, aiutando gli utenti a trovare sollievo da queste varie condizioni cutanee. Uno dei nostri prodotti preferiti per la cura della pelle a base di CBD che abbiamo provato è il Joy Organics CBD Skin Care Pack.

Il CBD aiuta la dermatite seborroica

Questo tipo di dermatite è una condizione della pelle che colpisce il viso e il cuoio capelluto. Spesso si nota anche dietro le orecchie e sui gomiti. La dermatite seborroica è dovuta a un aumento della produzione di sebo. Poiché il CBD riduce significativamente la produzione di sebo nella nostra pelle, può essere un’ottima alternativa ai farmaci aggressivi prescritti dai medici. Inoltre, il CBD rallenta la proliferazione delle cellule cutanee, che è una componente importante della dermatite seborroica.

Il CBD dona alla pelle elasticità e giovinezza

Con l’invecchiamento, la pelle invecchia con noi. Naturalmente, la pelle perde elasticità nel tempo a causa dell’esaurimento del collagene e dell’esposizione al sole. Rughe e pelle spenta sono i primi segni dell’invecchiamento. Sebbene esistano molti prodotti sul mercato che affermano di ridurre i segni dell’invecchiamento, non tutti fanno esattamente quello che dicono.

Il CBD non solo mantiene la pelle calma e fresca, ma la idrata anche grazie alle funzioni antiossidanti e agli acidi grassi. Insieme proteggono la pelle dalla disidratazione e dalla secchezza. È stato inoltre dimostrato che il CBD ripristina la naturale luminosità della pelle e può aiutare la struttura generale della pelle.

Il CBD idrata la superficie della pelle

A prescindere dall’età, mantenere la pelle idratata può essere una vera sfida. Sì, le creme idratanti possono aiutare, ma tendiamo a farne un uso eccessivo e questo porta a uno squilibrio nella produzione di olio della nostra pelle. La maggior parte delle persone sperimenta attacchi di untuosità e secchezza, che spesso portano a un ciclo frustrante.

Non importa quanto la vostra pelle secca possa sembrare senza speranza, l’integrazione topica di CBD può essere proprio la bevanda che la vostra pelle sta cercando. L’olio di CBD contiene speciali antiossidanti che nutrono la pelle. Ha funzioni idratanti che impediscono alla pelle di esfoliarsi. Inoltre, l’uso dell’olio di CBD non influisce sulla produzione di olio nella pelle.

Qual è il giusto dosaggio di CBD per aiutare a migliorare la pelle?

Il dosaggio dei prodotti topici a base di CBD è un’esperienza unica per ogni persona e la quantità di CBD necessaria per fornire un sollievo completo dipende da alcuni fattori. Il dosaggio migliore è influenzato soprattutto dalla vostra tolleranza ai farmaci a base di cannabinoidi, oltre che dal tipo e dalla gravità dei vostri problemi cutanei.

I prodotti topici a base di CBD possono essere ampiamente utilizzati per alleviare i sintomi della maggior parte dei problemi cutanei, ma potrebbero essere necessarie alcune congetture e controlli per sviluppare un regime di cura della pelle a base di CBD che funzioni per voi. Si consiglia di iniziare con un’applicazione del prodotto per la cura della pelle a base di CBD scelto e di applicarne una quantità sufficiente a coprire leggermente l’intera area interessata.

Tenete presente che i prodotti topici a base di CBD possono richiedere fino a 30 minuti per iniziare ad agire. Assicuratevi di avere il tempo sufficiente per osservare gli effetti. Se non si prova sollievo dopo un’applicazione, riapplicare il CBD ogni volta che è necessario per verificare la presenza di sintomi.

È noto che il CBD può influire su alcuni farmaci interagendo con alcuni enzimi epatici, ma questo potrebbe non valere per i prodotti topici. Tuttavia, è necessario prestare attenzione quando si usa il CBD in combinazione con agenti topici da prescrizione. Se non siete sicuri o se state già assumendo quotidianamente farmaci da prescrizione, informate il vostro medico del CBD prima di iniziare.

Gli studi supportano l’uso del CBD per la salute della pelle

Il CBD è stato scoperto per la prima volta negli anni ’40, ma fino a poco tempo fa i ricercatori hanno posto maggiore enfasi sul valore terapeutico del THC. Ora, la crescente comprensione del ruolo regolatore del sistema endocannabinoide nell’organismo ha portato a un afflusso di ricerche sul cannabinoide non psicoattivo. La maggior parte delle prove riguarda l’uso del CBD nella psoriasi, ma gli studi hanno anche evidenziato le proprietà antinfiammatorie e sebostatiche del cannabidiolo, che potrebbero renderlo utile per molte altre condizioni come l’acne o l’eczema.

I ricercatori hanno trovato prove del fatto che il sistema endocannabinoide svolge un ruolo nella regolazione delle cellule della pelle e alcune fonti hanno persino identificato il CBD come una potenziale via terapeutica per i tumori della pelle. Poiché i ricercatori sanno che l’equilibrio degli endocannabinoidi influisce direttamente su molti aspetti della salute della pelle, si prevede che la ricerca sul CBD per la cura della pelle continuerà ad evolversi. Per ora, abbiamo numerosi studi che aiutano a sostenere il forte legame tra CBD e cura della pelle:

  1. Il cannabidiolo ha effetti antinfiammatori

Uno studio del 2014 suggerisce che il cannabidiolo può essere utile in diversi modi importanti per affrontare varie condizioni della pelle. “Nel complesso, i nostri risultati suggeriscono che il CBD ha il potenziale per essere un agente terapeutico promettente per il trattamento dell’acne vulgaris grazie ai suoi effetti combinati lipostatici, antiproliferativi e antinfiammatori.”

Per maggiori informazioni: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25061872

  1. Controllo dei geni della pelle da parte dei fitocannabinoidi

Uno studio del 2013 suggerisce che il CBD può essere utile per diverse condizioni della pelle controllando le differenze genetiche della pelle. Lo studio conclude che “i fitocannabinoidi cannabidiolo e cannabigerolo sono repressori trascrizionali in grado di controllare la proliferazione e la differenziazione cellulare. Ciò suggerisce che queste sostanze (soprattutto il cannabidiolo) hanno il potenziale per essere composti guida nello sviluppo di nuovi trattamenti per le malattie della pelle”

Per maggiori informazioni: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23869687

  1. Scopo dei cannabinoidi nel trattamento della psoriasi

Uno studio condotto nel 2007. Uno studio del 2007 ha esaminato l’uso del CBD nella psoriasi e ha concluso che “i risultati suggeriscono che, sebbene i recettori CB abbiano un ruolo indiretto nella proliferazione dei cheratinociti, non contribuiscono in modo significativo a questo processo”. I nostri risultati suggeriscono che i cannabinoidi inibiscono la proliferazione dei cheratinociti e supportano quindi un ruolo potenziale dei cannabinoidi nel trattamento della psoriasi”

Per maggiori informazioni: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17157480

  1. Attenuazione della dermatite con il sistema EC.

Uno studio del 2007 ha concluso che: “Gli antagonisti dei recettori dei cannabinoidi esacerbano l’infiammazione allergica, mentre gli agonisti dei recettori attenuano l’infiammazione. Questi risultati indicano che il sistema endocannabinoide svolge un ruolo protettivo nell’allergia da contatto con la pelle e suggeriscono un bersaglio per l’intervento terapeutico”

Per maggiori informazioni: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17556587

  1. I recettori dei cannabinoidi 1 modulano l’infiammazione

Una revisione del 2013 ha esaminato la funzione del sistema endocannabinoide nella pelle e ha concluso: “I recettori CB1 sono espressi funzionalmente dal CS in vivo e contribuiscono a limitare la secrezione di chemochine proinfiammatorie che regolano l’infiammazione dipendente dalle cellule T durante la fase effettrice del CS.”

Per maggiori informazioni: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23585676

  1. Gli endocannabinoidi modulano i cheratinociti epidermici

Uno studio del 2011 ha esaminato il ruolo degli endocannabinoidi nella regolazione della proliferazione dei cheratinociti e ha suggerito che la manipolazione dell’ECS potrebbe essere un modo efficace per trattare la psoriasi e i tumori della pelle. “I dati qui riportati possono incoraggiare a indagare se la manipolazione mirata della suddetta via di segnalazione ECS cutanea possa diventare un’utile strategia aggiuntiva per il trattamento di dermatosi umane iperproliferative, come la psoriasi o i tumori cutanei derivati da CC.”

Per maggiori informazioni: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21248768

  1. Cannabinoidi ed espressione della cheratina umana

Uno studio del 2013 ha ulteriormente esaminato il ruolo del sistema endocannabinoide nella regolazione dei cheratinociti. Lo studio conclude che “i cannabinoidi e i loro recettori rappresentano un elemento nuovo e clinicamente rilevante nel controllo dell’espressione di K6 e K16 nell’uomo”.

Per maggiori informazioni: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23638377

I migliori prodotti a base di CBD incentrati sulla cura della pelle

Il CBD è legale da acquistare online, purché derivi dalla canapa industriale e non dalla marijuana. Il trucco è trovare un marchio che metta questo potente ingrediente in una formula pura e in una combinazione efficace con altri buoni ingredienti.

Quando si formula la propria routine di cura della pelle con il CBD, è importante ricordare che i benefici del CBD per la pelle non sono ancora stati dimostrati. Tuttavia, molte persone si stanno rivolgendo ai cannabinoidi in seguito a diffuse segnalazioni aneddotiche di successo con l’uso regolare di CBD. Ciò significa che i prodotti a base di CBD per uso topico dovrebbero essere usati principalmente a scopo preventivo. In seguito, si possono applicare trattamenti spot per far fronte a improvvise riacutizzazioni, ma ciò che conta di più sono le applicazioni regolari. Esistono molti prodotti per la cura della pelle a base di CBD tra cui scegliere, ognuno dei quali può adattarsi meglio alle diverse esigenze specifiche. Per risolvere la maggior parte dei problemi della pelle, consigliamo un olio di CBD a spettro completo di alta qualità o una crema infusa di CBD.

Entrambi i prodotti utilizzano lo stesso ingrediente sano: l’olio di CBD a spettro completo. La differenza principale tra i due è la tecnica di applicazione, dove l’olio sarà applicato in modo sottile e coprirà un’area più ampia, mentre la crema fornisce una consistenza più densa adatta ad applicazioni mirate. Gli oli sono utili anche per sfruttare i benefici del CBD senza rinunciare ai propri prodotti preferiti, aggiungendo il CBD ai sieri, alle maschere o alle lozioni per il viso già esistenti.

Molte persone scoprono di avere ancora bisogno di un modo sicuro per affrontare i breakout improvvisi, oltre alla routine di cura della pelle con il CBD descritta sopra. In caso di improvvisi riacutizzamenti della pelle, come infiammazioni, macchie dell’acne o irritazioni dovute a condizioni croniche della pelle, si consiglia un balsamo al CBD che fornisca un’applicazione densa, spesso combinata con olio MCT di alta qualità, un ingrediente che favorisce l’assorbimento del CBD da parte dell’organismo. Si può scoprire che diversi prodotti si adattano alla propria routine di cura della pelle e molti individui trovano che la combinazione di prodotti aiuta ad alleviare molte condizioni della pelle in modo rapido e costante.

Il miglior olio di CBD per la pelle

Gli individui hanno usato l’olio di cocco e l’olio dell’albero del tè nella loro routine di cura della pelle per secoli, ma c’è un altro ingrediente importante da usare: l’olio di CBD. Per un’idratazione e un ringiovanimento istantanei, applicare Leef Organics Wild Crafted Skin Oil direttamente sul viso, nella vasca da bagno o aggiungerlo a scrub e maschere per il viso.

Codice Sconto 15%: K2C15

Migliore crema da giorno al CBD per il viso

Sostituite la vostra crema abituale con una crema da giorno al CBD per una pelle rinfrescata ed elastica. Molti di essi sono privi di oli e sono formulati in modo completamente vegetale e sono stati appositamente studiati per agire sul valore naturale del pH della pelle e garantirle la massima protezione. Sono disponibili anche creme solari arricchite con CBD.

Joy Organics ha creato una linea di prodotti per la cura della pelle per migliorarne l’aspetto e la sensazione nel tempo, combinando il CBD con altri ingredienti che nutrono la pelle. Molti di essi sono privi di olio e completamente formulati botanicamente e formulati appositamente per lavorare con il valore naturale del pH per fornire la massima protezione della pelle.

Codice sconto del 20%:

Migliore crema idratante al CBD per la tua pelle

Con la crema idratante arricchita con CBD di Karibo Beauty, la tua routine quotidiana di cura della pelle può beneficiare delle proprietà naturali nutritive e ringiovanenti del CBD. Questa crema idratante può essere utilizzata mattina o sera e sfrutta il potere idratante delle ceramidi, gli effetti riparatori della niacinamide e il supporto lenitivo del CBD da canapa biologica.

Codice sconto del 20%: KEY20

La migliore crema solare al CBD per la pelle

Sono disponibili anche creme solari arricchite con CBD. Ci piace Savage CBD Sunscreen SPF 30 e 100 mg di CBD.

Codice sconto del 15%: K2C15

Miglior gel doccia al CBD per la pelle

Questo fantastico gel doccia di Kush Queen è stato progettato per l’assorbimento transdermico del CBD nel flusso sanguigno durante la doccia, per la massima biodisponibilità dei cannabinoidi. Con un incredibile profumo che combina agrumi, pompelmo rosa, limone, lime e mandarino, questo gel è un modo semplice per godere dei benefici del CBD nell’uso quotidiano e funziona come lavaggio del corpo, shampoo e lavaggio del viso per dare a tutto il corpo una sana spinta di CBD durante la pulizia!

Codice sconto del 20%:

Il miglior sapone al CBD per la vostra pelle

Questo sapone al CBD di Leef Organics combina le proprietà idratanti e lenitive del CBD con un repertorio di prodotti botanici organici per fornire un detergente nutriente per tutti i tipi di pelle. Scegliete tra 4 diverse combinazioni di CBD e altri ingredienti botanici per ottenere l’aroma e la cura della pelle che amate!

Potete energizzare con tè bianco e zenzero, lenire con camomilla nera, idratare con cetriolo e melone e detergere con carbone e argilla.

Codice di sconto del 15%: Una maschera in fogli ricca di altri ingredienti benefici come l’acido ialuronico, l’estratto di tè verde, l’estratto di fiori di rosmarino antiossidante e l’estratto di liquirizia nera idratante.

Codice di sconto del 20%. Idratano le labbra screpolate e secche, restituendo loro morbidezza ed elasticità, e sono disponibili in aromi freschi e incantevoli. Molte grandi aziende producono balsami per labbra di qualità, come Ambary Gardens, CBDistillery, Veritas Farms e Green Goat.

Codice di sconto del 10%: BENVENUTO10

YouTube video: Perché e come usare il CBD per la cura della pelle


Rate article
Recensione di prodotti, notizie e guide sul CBD da The CBD Encyclopedia | TopCBDhempOilTrust