Il cbd per infiammazioni, dolori muscolari e spasmi

Imparare

Esclusione di responsabilità: Questo contenuto non sostituisce la consulenza, la diagnosi o il trattamento medico professionale. Per domande relative a una condizione medica, rivolgersi sempre al proprio medico o a un altro operatore sanitario qualificato.

L’infiammazione è uno dei “primi soccorritori” del sistema immunitario, quindi non sorprende che sia associata a quasi tutte le condizioni croniche, le lesioni o altre malattie che scatenano una risposta immunitaria. Infatti, l’infiammazione è spesso uno dei principali sintomi di preoccupazione per le persone affette da artrite, malattie cardiovascolari, allergie, diabete, broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e altro ancora.

L’infiammazione è un problema importante anche all’altro estremo dello spettro del benessere, quello di chi va regolarmente in palestra e mette i muscoli alla prova. I muscoli si gonfiano dopo lo sforzo e un’infiammazione eccessiva può rallentare i tempi di recupero e ridurre i risultati.

Contents
  1. Come il CBD aiuta a contrastare l’infiammazione e il dolore muscolare?
  2. Qual è il giusto dosaggio di CBD per aiutare a trattare infiammazioni e dolori muscolari?
  3. CBD topico per i dolori muscolari: Alleviare il dolore e gli spasmi con il CBD
  4. La scienza del CBD per uso topico e la gestione del dolore
  5. Temperatura e percezione del dolore
  6. Ingredienti portanti del CBD per uso topico per i dolori muscolari
  7. Ingredienti di supporto al CBD per uso topico per i dolori muscolari
  8. Studi clinici: La ricerca sui numerosi benefici del CBD per la salute è ancora agli inizi, ma gli esperti hanno identificato e riportato gli effetti antinfiammatori del cannabidiolo in diverse applicazioni. La maggior parte delle ricerche sull’effetto del CBD sulle infiammazioni riguarda casi specifici, come l’uso del CBD contro la pancreatite, una condizione che causa l’infiammazione del pancreas. Tuttavia, alcuni sforzi di ricerca stanno cercando di dipingere un quadro più ampio. La ricerca sul ruolo del sistema di trasmissione degli endocannabinoidi nell’invio e nella ricezione dei segnali di infiammazione sta contribuendo a chiarire il ruolo del CBD in questo fenomeno. Sono ora disponibili ricerche che spiegano i meccanismi precisi con cui il CBD interagisce nell’organismo, compresa l’interazione diretta con i recettori della glicina a3, che svolgono un ruolo chiave nell’avvio dell’infiammazione. La ricerca sulla MCBD sta progredendo rapidamente con l’evolversi della sua legislazione, dando agli esperti più opzioni per identificare i molti usi potenziali del CBD come farmaco antinfiammatorio. Si prevede che gli sforzi di ricerca continueranno ad aumentare, ma per ora abbiamo i seguenti studi che ci aiutano a capire la relazione tra CBD e infiammazione: 1. Il cannabidiolo come strategia terapeutica emergente per ridurre l’effetto dell’infiammazione sullo stress ossidativo. Articolo del 2011. “Recenti studi che suggeriscono che il cannabidiolo può essere utile nel trattamento di una serie di malattie e disturbi umani noti per coinvolgere l’attivazione del sistema immunitario e lo stress ossidativo associato come fattore che contribuisce alla loro eziologia e progressione, convalidano i numerosi usi antinfiammatori del cannabidiolo”. Tra questi, l’artrite reumatoide, il diabete di tipo 1 e 2, l’aterosclerosi, il morbo di Alzheimer, l’ipertensione, la sindrome metabolica, il danno da ischemia-riperfusione, la depressione e il dolore neuropatico”. Per ulteriori informazioni: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21238581 2. Il sistema endocannabinoide: un attore chiave emergente nell’infiammazione. Anche uno studio del 2015 lo conferma, affermando che: “La complessità di ciò che può essere definito ‘endocannabinoide’ richiede approcci che tengano conto delle sue dinamiche e delle interrelazioni con altri sistemi di regolazione. Questo endocannabinoide continua a offrire opportunità di prevenzione e intervento, ma gli approcci multiformi saranno probabilmente l’unica chiave di successo”. Per maggiori informazioni: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=The%20endocannabinoid%20system%3A%20an%20emerging%20key%20player%20in%20inflammation 3. Cannabinoidi, infiammazione e fibrosi. In questo studio del 2016 sono stati esaminati gli effetti del CBD sull’infiammazione nella fibrosi, un’altra malattia cronica. “La revisione si conclude offrendo un possibile meccanismo per gli effetti antinfiammatori e antifibrotici di queste sostanze. Pertanto, diversi cannabinoidi possono essere considerati candidati allo sviluppo come agenti antinfiammatori e antifibrotici”. Per maggiori informazioni: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27435265 4. Ruolo antinfiammatorio del cannabidiolo e dell’O-1602 nella pancreatite acuta indotta dalla ceruleina nei topi. Un articolo del 2013 ha riportato che “il cannabidiolo. ha migliorato significativamente i cambiamenti patologici nei topi AP e ha ridotto le attività enzimatiche, i livelli di IL-6 e del fattore di necrosi tumorale α; l’attività della mieloperossidasi nel plasma e nei tessuti degli organi”. In conclusione, lo studio ha concluso che “il cannabidiolo … I topi AP hanno mostrato effetti antinfiammatori e hanno anche migliorato l’espressione di GPR55 nel tessuto pancreatico”. Per ulteriori informazioni: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22850623 5. I cannabinoidi sopprimono il dolore infiammatorio e neuropatico prendendo di mira i recettori α3 della glicina Uno studio del 2012 spiega che il cannabidiolo sopprime l’infiammazione e il dolore prendendo di mira specifici neurorecettori. In conclusione “I nostri risultati suggeriscono che i recettori α3 del glicerolo mediano la soppressione del dolore cronico indotta dai cannabinoidi del glicerolo. Questi cannabinoidi possono rappresentare una nuova classe di agenti terapeutici per il trattamento del dolore cronico e di altre malattie che coinvolgono la disfunzione del GlyR”. Per maggiori informazioni: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22585736 6. Cannabinoidi, endocannabinoidi e analoghi correlati nell’infiammazione. Questo articolo del 2009. “copre le relazioni pubblicate negli ultimi 5 anni sugli effetti antinfiammatori di tutte le classi di cannabinoidi, compresi i fitocannabinoidi come il tetraidrocannabinolo e il cannabidiolo, gli analoghi sintetici come l’acido aiulemico e il nabilone, i cannabinoidi endogeni anandamide e composti correlati, cioè gli acidi elmici, e infine i componenti non cannabinoidi della cannabis che mostrano effetti antinfiammatori”. Per ulteriori informazioni: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19199042 Prodotti a base di CBD per infiammazioni e dolori muscolari Quando si crea un regime a base di CBD per affrontare infiammazioni, dolori muscolari o altri sintomi infiammatori, bisogna tenere presente che il CBD funziona meglio se usato regolarmente come misura preventiva. Ciò significa che il CBD deve essere assunto regolarmente per ottenere il massimo sollievo. Una volta stabilita una dose di base, è possibile creare un regime per affrontare le esacerbazioni acute e utilizzare il CBD. Il mercato è in continua espansione e ci sono così tante opzioni. Per gestire infiammazioni e dolori muscolari, si consiglia di assumere quotidianamente olio di CBD a spettro completo sotto forma di tinture o capsule in gel. Ogni prodotto contiene una versione potente di cannabidiolo – olio di CBD a spettro completo. Pur avendo una composizione simile, offrono vie di somministrazione uniche. Una viene assunta per via orale come le altre compresse, l’altra viene fatta gocciolare sotto la lingua per l’assorbimento sublinguale. Assicuratevi che ogni prodotto a spettro completo che scegliete contenga olio MCT di alta qualità, un ingrediente fondamentale per la capacità del vostro corpo di scomporre e assorbire il CBD. Dopo aver stabilito un regime di dosaggio regolare per la protezione preventiva, potreste scoprire di aver bisogno di un modo sicuro per affrontare gli attacchi improvvisi. Anche in questo caso le opzioni sono infinite, ma alcune forniscono un sollievo più rapido di altre. Che si tratti di lesioni, malattie croniche o muscoli tesi, consigliamo la vaporizzazione dell’isolato di CBD per combattere questi attacchi di dolore acuto. La vaporizzazione fornisce un sollievo che può essere percepito in soli dieci minuti. Il CBD isolato è cannabidiolo puro al 99%, che fornisce potenti effetti antinfiammatori per tutto il corpo. Anche alcuni farmaci topici a base di CBD possono fornire un rapido sollievo in caso di riacutizzazioni. I prodotti topici, come le pomate e le creme al CBD, penetrano nella pelle e aiutano a controllare l’infiammazione nei muscoli, nelle articolazioni, nei tendini e sulla superficie cutanea. Spesso il modo migliore per gestire un’infiammazione da moderata a grave è sviluppare un regime che includa diversi prodotti a base di CBD. Combinando insieme i prodotti giusti, si può facilmente ottenere l’effetto antinfiammatorio duraturo di cui si ha bisogno per affrontare la giornata. Abbiamo testato molti prodotti a base di CBD e di seguito elenchiamo quelli che consigliamo per le infiammazioni. La migliore crema topica senza THC: Ci piace molto questa crema sportiva di Joy Organics per lenire e mantenere in salute i muscoli. Si consiglia di utilizzare la crema in qualsiasi momento, prima, durante o dopo l’esercizio fisico. Amiamo questa crema vegana, ricca di 400 mg di CBD Premium per aiutarvi a sentirvi calmi e freschi in movimento e arricchita con i benefici del mentolo e della canfora come analgesici topici. Codice sconto del 20%. L’ingrediente principale è l’olio di semi di canapa spremuto a freddo, ma altri benefici antinfiammatori e oligominerali sani come l’arnica e il magnesio supportano gli effetti antidolorifici del CBD. Amiamo l’aroma di questo unguento e il potente sollievo che fornisce ai muscoli doloranti. Codice sconto del 20%: K2C20 Migliore per i muscoli doloranti: Aspen Green Cooling Cream Aspen Green produce un’ottima crema super rinfrescante per quei momenti in cui ci si sente esausti. I loro prodotti forniscono uno spettro completo di estratti ricchi di fitonutrienti provenienti da piante di cannabis intere, tra cui il CBD puro senza gli effetti psicoattivi del THC. Questa crema combina oli di enotera e di jojoba profondamente penetranti e idratanti per creare una crema da massaggio lussuosa, lenitiva e delicata per le principali aree di tensione. Fare attenzione ad evitare le zone sensibili a causa dei suoi ingredienti rinfrescanti come il tea tree oil e il mentolo. Inoltre, sono in grado di alleviare il dolore per i problemi più profondi. ACQUISTA ORA Migliore per la terapia del freddo: Per la terapia del freddo: Populum Cold Therapy Rub Amiamo Populum per i suoi prodotti di alta qualità e gli elenchi trasparenti degli ingredienti. Cold Therapy Hemp Rub è una crema topica al CBD che aiuta a lenire e rilassare muscoli e articolazioni. Questa fantastica crema è vegana e priva di parabeni e utilizza CBD, arnica, camomilla e aloe per rinfrescare rapidamente il corpo dopo l’esercizio fisico. Ma non fermatevi qui, Populum offre un ottimo pacchetto sportivo a spettro completo che potete trovare qui. Il set Advanced Wellness comprende capsule di CBD da portare in viaggio, un contagocce per un dosaggio più preciso e anche il già citato Cold Rub per lenire i dolori muscolari e articolari. ACQUISTA ORA Migliore crema topica al mentolo per i dolori muscolari: mintedLeaf Menthol Cream Ci piace questa crema al mentolo di mintedLeaf per la gestione del dolore quotidiano. Applicare per ridurre temporaneamente il dolore associato a muscoli doloranti, articolazioni, artrite, mal di schiena, distorsioni, stiramenti e contusioni. Questa crema sfrutta la potenza del 10% di mentolo per un rapido sollievo, oltre a 150 mg di CBD ad ampio spettro senza THC e altri oli idratanti. Tenete con voi questa crema al mentolo per un rapido sollievo dal dolore in viaggio! Codice sconto del 20%: KEY20 Miglior rimedio topico per le infiammazioni: cbdMD Recover Anti-Inflammatory Cream Il CBD di alta qualità da solo ha già grandi effetti antinfiammatori, ma con la crema antinfiammatoria di cbdMD va di nuovo oltre. Appositamente studiato per la guarigione, questo prodotto contiene 750 mg di canapa da coltivazione biologica, priva di THC, oltre ad arnica, vitamina B6 e MSM per un profilo antinfiammatorio e di sostegno muscolare completo. Ogni ingrediente ha una funzione speciale in questa crema: l’arnica aumenta la stimolazione dei globuli bianchi, la vitamina B6 ripara i danni infiammatori e artritici e l’MSM aumenta l’elasticità e l’assorbimento delle pareti cellulari. Amiamo questa crema per rimanere attivi e recuperare rapidamente per ottenere risultati ottimali in allenamento. Codice sconto del 15%: KEY15 La migliore crema topica con supporto di Arnica: SERENE CBD Arnica Pain Cream SERENE CBD Arnica Pain Cream combina il potere antidolorifico del CBD con arnica, MSM e altre sostanze botaniche naturali per calmare i segnali di dolore nel cervello, stimolare la circolazione per lenire le articolazioni doloranti e rivitalizzare i muscoli stanchi e doloranti. Ci piace molto il profumo dolce, di menta e di mirtillo di questa crema e l’immediata sensazione di calore che crea sulla pelle come antidolorifico delicato ma rapido ed efficace. Ancora meglio per il collo e le spalle, con il suo profumo che non lascia residui untuosi e si dissipa dopo l’applicazione, si può tranquillamente uscire senza avere l’odore di un “balsamo antidolorifico” Apprezziamo molto anche il fatto che SERENE sia privo di canfora, potenzialmente irritante, per cui può essere usato esternamente quasi ovunque sul corpo! Codice sconto del 10%: K2C10 Il miglior rimedio per lenire i dolori muscolari e articolari: Questa meravigliosa crema di Canna Comforts è una crema ad azione rapida disponibile in 3 gusti con diversi profili terpenici per potenziare gli effetti del sollievo transdermico con CBD! Solo la migliore crema antidolorifica al CBD! Infuso con terpeni per ottenere un effetto antistress. Scegliete tra 3 profumazioni per il vostro utilizzo: Blueberry Yum Yum, Paris OG e il collaudato mentolo. La sua miscela brevettata di erbe completamente biologiche è infusa con olio extravergine di oliva, olio di cocco, burro di karité, cera d’api e 250 mg di CBD derivato dalla canapa. Lenite le articolazioni doloranti e i muscoli in via di guarigione in ogni momento con questa crema antidolorifica unica che si concentra sui terpeni. Codice sconto del 10%: K2C10 Miglior impacco sinergico per i disturbi muscolari: Specktra Pain Relief Pack Specktra offre prodotti collaudati che forniscono la migliore combinazione per un sollievo naturale e duraturo per i consumatori di CBD. Il pacchetto Specktra Pain Relief comprende un vaporizzatore di CBD per un effetto diretto del CBD rapido ed efficace, una tintura orale per una dose elevata e specifica quando ne avete bisogno, e gli incredibili cerotti transdermici di CBD Relief che possono essere indossati fino a 4 giorni per fornire sollievo dal dolore. Non solo, tutti i prodotti Specktra sono privi di additivi, di pesticidi, di riempitivi dannosi, formulati solo con oli essenziali biologici e sfruttano il potere del CBD a spettro completo, ricco di fitocannabinoidi. YouTube video: Il CBD per infiammazioni, dolori muscolari e spasmi
  9. 1. Il cannabidiolo come strategia terapeutica emergente per ridurre l’effetto dell’infiammazione sullo stress ossidativo.
  10. 2. Il sistema endocannabinoide: un attore chiave emergente nell’infiammazione.
  11. 3. Cannabinoidi, infiammazione e fibrosi.
  12. 4. Ruolo antinfiammatorio del cannabidiolo e dell’O-1602 nella pancreatite acuta indotta dalla ceruleina nei topi.
  13. 5. I cannabinoidi sopprimono il dolore infiammatorio e neuropatico prendendo di mira i recettori α3 della glicina
  14. 6. Cannabinoidi, endocannabinoidi e analoghi correlati nell’infiammazione.
  15. Prodotti a base di CBD per infiammazioni e dolori muscolari
  16. La migliore crema topica senza THC: Ci piace molto questa crema sportiva di Joy Organics per lenire e mantenere in salute i muscoli. Si consiglia di utilizzare la crema in qualsiasi momento, prima, durante o dopo l’esercizio fisico. Amiamo questa crema vegana, ricca di 400 mg di CBD Premium per aiutarvi a sentirvi calmi e freschi in movimento e arricchita con i benefici del mentolo e della canfora come analgesici topici.
  17. Migliore per i muscoli doloranti: Aspen Green Cooling Cream
  18. Migliore per la terapia del freddo: Per la terapia del freddo: Populum Cold Therapy Rub
  19. Migliore crema topica al mentolo per i dolori muscolari: mintedLeaf Menthol Cream
  20. Miglior rimedio topico per le infiammazioni: cbdMD Recover Anti-Inflammatory Cream
  21. La migliore crema topica con supporto di Arnica: SERENE CBD Arnica Pain Cream
  22. Il miglior rimedio per lenire i dolori muscolari e articolari: Questa meravigliosa crema di Canna Comforts è una crema ad azione rapida disponibile in 3 gusti con diversi profili terpenici per potenziare gli effetti del sollievo transdermico con CBD! Solo la migliore crema antidolorifica al CBD! Infuso con terpeni per ottenere un effetto antistress. Scegliete tra 3 profumazioni per il vostro utilizzo: Blueberry Yum Yum, Paris OG e il collaudato mentolo. La sua miscela brevettata di erbe completamente biologiche è infusa con olio extravergine di oliva, olio di cocco, burro di karité, cera d’api e 250 mg di CBD derivato dalla canapa. Lenite le articolazioni doloranti e i muscoli in via di guarigione in ogni momento con questa crema antidolorifica unica che si concentra sui terpeni. Codice sconto del 10%: K2C10 Miglior impacco sinergico per i disturbi muscolari: Specktra Pain Relief Pack Specktra offre prodotti collaudati che forniscono la migliore combinazione per un sollievo naturale e duraturo per i consumatori di CBD. Il pacchetto Specktra Pain Relief comprende un vaporizzatore di CBD per un effetto diretto del CBD rapido ed efficace, una tintura orale per una dose elevata e specifica quando ne avete bisogno, e gli incredibili cerotti transdermici di CBD Relief che possono essere indossati fino a 4 giorni per fornire sollievo dal dolore. Non solo, tutti i prodotti Specktra sono privi di additivi, di pesticidi, di riempitivi dannosi, formulati solo con oli essenziali biologici e sfruttano il potere del CBD a spettro completo, ricco di fitocannabinoidi. YouTube video: Il CBD per infiammazioni, dolori muscolari e spasmi
  23. Miglior impacco sinergico per i disturbi muscolari: Specktra Pain Relief Pack
  24. YouTube video: Il CBD per infiammazioni, dolori muscolari e spasmi

Come il CBD aiuta a contrastare l’infiammazione e il dolore muscolare?

Non sorprende che molte persone prestino attenzione ai sintomi dell’infiammazione. Infatti, l’infiammazione è spesso la causa principale del disagio associato a queste condizioni, è un precursore del dolore e può causare danni permanenti o irreversibili al tessuto muscolare e nervoso.

I farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), disponibili da banco o su prescrizione medica, sono comunemente utilizzati per combattere l’infiammazione, ma questi farmaci hanno anche una serie di potenziali effetti collaterali, come mal di stomaco o ulcere, mal di testa, danni al fegato, pressione alta e altro ancora. Inoltre, questi farmaci vengono spesso assunti regolarmente in dosi elevate, il che aumenta notevolmente il rischio di attacchi cardiaci, ictus, emorragie gastriche e danni permanenti ai reni e al fegato.

Fortunatamente, esiste un’altra opzione che sta emergendo rapidamente nel settore del benessere per sostituire molti di questi farmaci dannosi. Il cannabidiolo (CBD), derivato naturalmente dalla canapa, ha mostrato promettenti effetti antinfiammatori che possono essere utili per la maggior parte delle persone, come quelle che soffrono di condizioni infiammatorie o lesioni.

Il CBD sta guadagnando popolarità anche tra gli atleti come antinfiammatorio post-allenamento. Sulla base delle solide prove che abbiamo, potrebbe essere davvero utile per chiunque voglia tenere a portata di mano un potente antinfiammatorio – non si sa mai!”

Qual è il giusto dosaggio di CBD per aiutare a trattare infiammazioni e dolori muscolari?

Il dosaggio è un’esperienza personale per ogni utilizzatore di CBD e la quantità di CBD necessaria per alleviare i sintomi dipende da una serie di fattori come il peso, la tolleranza ai cannabinoidi, la condizione e la gravità dei sintomi. In genere raccomandiamo la tecnica “inizia con poco e vai piano” per trovare la dose migliore per te.

Consigliamo a chi soffre di infiammazioni di qualsiasi tipo di iniziare con 15 mg di CBD al giorno. Se questa dose non allevia completamente i sintomi, si consiglia di aumentare di 5-10 mg fino a quando non si prova sollievo. La tintura di CBD può essere d’aiuto in questo approccio di dosaggio, poiché è possibile misurare facilmente ogni dose in piccoli incrementi.

Le capsule di gel offrono un’esperienza diversa. Offrono dosi pre-misurate adatte a chi assume dosi frequenti in viaggio o ha bisogno di dosi maggiori di CBD. Si può iniziare con il dosaggio offerto dalla marca preferita, e non c’è nulla di male nell’iniziare con un dosaggio superiore a 15 mg, poiché non si può andare in overdose di CBD e non ci sono effetti collaterali significativi.

Da lì, aumentare lentamente la dose secondo le necessità, ma assicurarsi di lasciare abbastanza tempo per monitorare gli effetti. Tenete presente che i prodotti ingeriti, come le capsule e le tinture, possono richiedere un po’ di tempo per fare effetto: possono essere necessari fino a 90 minuti per sentire l’effetto completo.

Il dosaggio del CBD per l’applicazione topica è leggermente diverso e si dovrebbe usare una quantità sufficiente per l’area interessata. I prodotti topici sono di solito ad azione rapida e danno sollievo in meno di 20 minuti. Applicare prodotti topici a base di CBD secondo le necessità durante la giornata per gestire l’infiammazione.

Il vaping è molto diverso, in quanto può essere difficile tenere traccia della quantità di CBD che si consuma ad ogni boccata. In questo caso, è ancora più facile adottare l’approccio “basso e lento”, poiché gli effetti del CBD svapato raggiungono il picco dopo soli 10 minuti. Quando si svapa, iniziare con una o due piccole boccate, aspettare dieci minuti per monitorare gli effetti e poi ripetere il processo fino a quando non si prova un sollievo completo.

CBD topico per i dolori muscolari: Alleviare il dolore e gli spasmi con il CBD

I dolori e i fastidi muscolari sono un dato di fatto per tutti prima o poi, e i prodotti topici sono spesso la prima linea di difesa contro di essi. Che sia causato da sforzi, lesioni, esercizio fisico troppo intenso o malattia cronica, molte persone trovano sollievo dal dolore muscolare utilizzando prodotti topici antidolorifici. Tuttavia, quando il dolore occasionale diventa cronico, spesso diventa più difficile da trattare. Per alcuni pazienti, il CBD topico può aiutare a trattare il dolore cronico in modo ancora più efficace degli oppioidi.

Il dolore muscolare cronico (e francamente il dolore cronico in generale) è particolarmente difficile da gestire in modo efficace e molte persone si sentono costrette a ricorrere agli antidolorifici oppioidi (transdermici o meno) e ad altri farmaci per trovare sollievo. Questi interventi spesso non solo sono inefficaci nella gestione del dolore cronico, ma comportano anche un elevato rischio di dipendenza e una serie di spiacevoli effetti collaterali.

Un numero crescente di pazienti affetti da dolore cronico sta cercando un modo per gestire i propri sintomi senza ricorrere agli oppioidi e si rivolge invece al CBD. Il CBD, nome comune della molecola del cannabidiolo, ha dimostrato di essere un trattamento efficace per il dolore cronico, più efficace degli antidolorifici oppioidi.
Prodotto dalla canapa (una cugina stretta della cannabis), il CBD ha proprietà antinfiammatorie, analgesiche, ansiolitiche, antispasmodiche, ipnotiche e antiemetiche, tra le altre, e può essere applicato nei trattamenti per una varietà di condizioni e sintomi.

Sebbene il CBD venga solitamente assunto per via orale sotto forma di tintura o gel morbido, le sue proprietà medicinali si estendono all’applicazione topica. Ciò consente di utilizzare il CBD per trattare il dolore in modo più diretto, nel luogo in cui si manifesta il dolore o la tensione, e di alleviare i sintomi più rapidamente rispetto ai sistemi di somministrazione orale. I prodotti a base di CBD per uso topico, soprattutto se combinati con una dose sistemica di CBD, offrono molte opzioni diverse per gestire in modo sicuro ed efficace (e persino eliminare) il dolore muscolare cronico, la tensione e gli spasmi. Tuttavia, i prodotti topici spesso contengono molti più ingredienti di supporto rispetto alle formule orali. In quanto tali, è più probabile che siano realizzati con ingredienti potenzialmente infiammatori o allergenici che possono ridurre l’efficacia del CBD contenuto, per non parlare dei danni alla pelle.

Qui passeremo in rassegna tutto ciò che c’è da sapere sugli ingredienti di supporto più efficaci per alleviare il dolore con il CBD per uso topico. Parleremo della scienza del CBD topico e del suo ruolo nella gestione del dolore, prima di spiegare come utilizzare le terapie della temperatura per manipolare la percezione del dolore.

Poi passeremo a una discussione dettagliata degli ingredienti di supporto del CBD topico, dagli oli portanti alle sostanze botaniche e agli integratori. Esamineremo i benefici offerti dai vari ingredienti e i rischi associati al loro utilizzo. Infine, concluderemo con una nota sugli ingredienti sostenibili e sull’impatto ambientale dei prodotti a base di CBD per uso topico.

La scienza del CBD per uso topico e la gestione del dolore

Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche, è stato dimostrato che il CBD ha potenti effetti antinfiammatori, analgesici e antispastici nell’uomo. Questi benefici non si limitano al consumo orale o all’inalazione: il CBD agisce su molte delle stesse vie della pelle quando viene applicato a livello topico. Questo può aiutare ad alleviare il dolore, a ridurre gli spasmi e i crampi e ad alleviare la tensione dei muscoli doloranti o sovraccarichi.

Le ricerche attuali dimostrano che il CBD è un ingrediente promettente nei prodotti topici antidolorifici e, sebbene molti dei meccanismi esatti non siano ancora chiari, i risultati sono piuttosto convincenti. Ciò che sappiamo finora suggerisce che il CBD interagisce con i recettori endocannabinoidi della pelle, contribuendo a promuovere la circolazione, ad alleviare l’infiammazione, a ridurre gli spasmi e ad alleviare il dolore muscolare.

Poiché vengono applicati sul luogo del dolore, i prodotti a base di CBD per uso topico forniscono un sollievo più rapido rispetto a una dose orale di CBD. Possono quindi essere particolarmente utili per chi vuole affrontare sintomi che si manifestano improvvisamente o che aumentano rapidamente di gravità, come crampi o spasmi muscolari. L’applicazione topica del CBD può anche aiutare a rilassare i muscoli e a calmare la tensione, rendendolo un buon complemento agli oli da massaggio e ai bagni di sale.

Grazie all’ampia varietà di tipi di prodotti che possono incorporare i benefici del MCBD nelle loro formule, ci sono molti modi per personalizzare la propria esperienza con il CBD per ottenere il massimo sollievo dal dolore dalla propria dose. La formula del prodotto gioca un ruolo importante in questo senso (ne parleremo tra poco), ma c’è un fattore ancora più importante che può avere un effetto drammatico sul sollievo dal dolore: la sensazione di calore.

Temperatura e percezione del dolore

C’è un motivo per cui la terapia della temperatura è così comune nella gestione del dolore. Impacchi di ghiaccio, borse dell’acqua calda, bagni di sale caldo, persino sacchetti di verdure surgelate, possono aiutare a gestire il dolore e l’infiammazione. Se vi siete già infortunati in passato, probabilmente vi è stato somministrato il protocollo RICE (riposo, ghiaccio, compressione ed elevazione) per gestire il dolore e ridurre al minimo la gravità dell’infortunio. È emerso che la temperatura influisce non solo sul modo in cui il nostro corpo elabora e risponde al dolore, ma anche sul modo in cui lo percepiamo. Ciò significa che possiamo manipolare la temperatura per aiutare il nostro corpo nel processo di guarigione, ma anche che possiamo usare composti che creano una sensazione di cambiamento di temperatura senza esporre le nostre cellule a temperature estreme per lunghi periodi di tempo. Questi composti possono anche contribuire ad aumentare gli effetti antinfiammatori del CBD, aiutando a rilassare e ridurre la tensione alleviando l’infiammazione dei muscoli. Le sensazioni di freddo aiutano a ridurre il dolore e il disagio, mentre le sensazioni di caldo possono facilitare il rilassamento muscolare e alleviare crampi o spasmi.

Bengay, IcyHot, Tiger Balm… ognuno di questi prodotti standard da farmacia utilizza ingredienti che manipolano il senso di calore per ridurre la percezione del dolore. Ingredienti come il mentolo, la capsaicina, l’olio di cannella, lo zenzero e altri ancora possono essere combinati in vari rapporti e produrre sensazioni che vanno dal calore alla tenerezza, dal formicolio al ghiaccio (e molti punti intermedi). Se usate correttamente, queste sensazioni possono aiutare ad alleviare il dolore e ad affrontare alcuni dei fattori che contribuiscono al dolore (come la tensione, l’infiammazione e il gonfiore).

Sebbene questi prodotti funzionino generalmente bene per alcuni, possono anche essere piuttosto intensi: tutti conoscono qualcuno che ha avuto una storia disastrosa con IcyHot dopo che il prodotto è entrato in una zona sensibile. Per alcune persone, soprattutto quelle con pelle sensibile o con problemi di elaborazione sensoriale, questi prodotti possono essere troppo aggressivi per un uso regolare. Tuttavia, molte persone si accorgono che la loro percezione del dolore viene attenuata quando usano prodotti che manipolano la sensazione di calore, e che questo effetto può spesso essere ottenuto senza causare disagio.

Ingredienti portanti del CBD per uso topico per i dolori muscolari

Poiché la sensazione di calore è un fattore così importante per alleviare il dolore, sarà anche una caratteristica importante nella nostra discussione sugli ingredienti portanti. Le ragioni sono molteplici. In primo luogo, i componenti di supporto di cui è fatto un prodotto possono contribuire a prolungare o ridurre gli effetti dei componenti di riscaldamento o raffreddamento in esso contenuti. In secondo luogo, l’olio o gli oli vettori scelti possono influire sull’efficacia del prodotto, modificandone la sensazione sulla pelle.

Infine, gli ingredienti vettoriali possono potenzialmente causare problemi alla pelle di alcune persone, in particolare di coloro che sono inclini a soffrire di eruzioni cutanee o di allergie. Se la pelle è sensibile o soggetta a condizioni come secchezza, prurito o smagliature, è particolarmente importante fare attenzione a ciò che si mette sulla pelle. Ricordate, l’obiettivo di tutto questo è trovare ciò che funziona meglio per voi.

I prodotti di canapa per uso topico sono spesso soggetti a maggiori variazioni individuali rispetto al CBD per via orale, a causa di questi ingredienti di supporto. Anche il miglior CBD per uso topico può funzionare male se è fatto con sostanze non adatte a voi, e l’uso di prodotti sbagliati può effettivamente annullare i benefici insiti nel CBD. Per ulteriori informazioni sul ruolo della salute della pelle nel benessere generale (e su come utilizzare il CBD per sostenere i vostri obiettivi), consultate il nostro articolo dedicato qui.

È stato dimostrato che ingredienti rinfrescanti come il mentolo e l’arnica aiutano a ridurre la forza e l’intensità della sensazione di dolore in molte persone. Se questo è il vostro caso, vi consigliamo di scegliere prodotti formulati con ingredienti come il gel di aloe vera, l’alcol cetilico, il burro di mango o la glicerina vegetale (anche il glicole propilenico rientra in questa categoria e, pur non essendo il nostro preferito, è una scelta sicura per l’applicazione topica per molte persone).

Questi ingredienti aiutano a potenziare l’effetto degli ingredienti rinfrescanti mentre evaporano dalla pelle. La modalità d’azione è simile al modo in cui il sudore raffredda il corpo: quando il prodotto evapora, l’energia termica viene rilasciata, creando una sensazione di raffreddamento sulla pelle. Sebbene non si tratti dello stesso meccanismo con cui agiscono gli ingredienti rinfrescanti come il mentolo (di cui parleremo tra poco), contribuisce a potenziare e prolungare l’effetto rinfrescante complessivo.

Quando possibile, ci piace utilizzare il gel di aloe vera (questo in particolare), perché è ottimo per la pelle e ha proprietà antinfiammatorie e curative di per sé. Anche la glicerina vegetale (chiamata anche glicerolo) è ben tollerata dalla maggior parte delle persone e vi aiuterà a ottenere il massimo dall’esperienza con il CBD. Anche se in genere si consiglia di evitare la maggior parte degli alcoli (tendono a rompere i legami tra le cellule della pelle e a provocare secchezza in alcune persone), l’alcol cetilico è una possibile eccezione. Si tratta di un alcol grasso derivato dalla noce di cocco che contiene composti emollienti che possono aiutare a ridurre i danni causati dai suoi ingredienti più astringenti.

L’olio di mango è un’altra buona scelta, in quanto possiede proprietà rinfrescanti proprie che possono contribuire a potenziare gli effetti di altri ingredienti rinfrescanti (ed è più delicato sulla pelle). Il burro di mango è una scelta eccellente per chi desidera un effetto rinfrescante senza la potenziale essiccazione spesso causata dall’alcol e da altri composti.

D’altra parte, gli ingredienti riscaldanti come la capsaicina e la cannella sono tipicamente potenziati da formule a base di olio. Se avete mai cucinato con il peperoncino o usato uno spray piccante durante le vostre corse, potete capire intuitivamente come funziona. Gli oli mantengono la loro efficacia sulla pelle rendendo gli ingredienti riscaldanti più assorbibili a livello molecolare, così come contribuiscono ad aumentare la biodisponibilità del CBD. Questi effetti lenitivi saranno più pronunciati perché la pelle è più in grado di assorbire e metabolizzare l’ingrediente riscaldante quando è legato a molecole di grasso.

Tra i buoni ingredienti portanti per gli ingredienti riscaldanti ci sono l’olio di cocco, la cera d’api, il burro di karité o di cacao, la cera di carnauba e gli oli derivati da piante come l’oliva, il cartamo, la jojoba, l’argan e i semi d’uva. Ad eccezione della cera d’api, ognuno di questi composti è vegano e la maggior parte ha proprietà antinfiammatorie lievi. Sono anche più idratanti, il che li rende una scelta migliore per le persone con la pelle secca.

Preferiamo stare lontani dai prodotti a base di petrolio, in parte per il loro impatto ambientale (di cui parleremo più avanti) e in parte per il legame stabilito tra l’uso di prodotti come l’olio minerale e il cancro. Per proteggere la vostra salute a lungo termine, vi consigliamo vivamente di evitare i prodotti a base di petrolio quando possibile, soprattutto per la pelle.

Se preferite evitare del tutto i prodotti che influenzano la sensazione della pelle a favore di prodotti topici più neutri, ci sono ancora delle opzioni per voi. Si consiglia di scegliere formule più blande, prive di ingredienti che causano disagi sensoriali. Probabilmente si tratta di composti come la capsaicina, la cannella, il mentolo e lo zenzero, ma possono anche includere ingredienti come i chiodi di garofano, l’arnica e la lavanda. In questo caso, ascoltate il vostro corpo: potrebbero essere necessari alcuni tentativi ed errori per trovare il vostro equilibrio, ma lo troverete comunque.

Se le formule topiche tradizionali non funzionano per voi (a causa di gravi allergie, restrizioni o altri motivi), potete provare ad applicare sulla pelle una tintura di CBD inodore (come questa). Poiché il CBD è legato all’olio nella tintura, si potrà godere dei benefici senza preoccuparsi degli effetti degli ingredienti di supporto.

Ingredienti di supporto al CBD per uso topico per i dolori muscolari

    • Arnica – Conosciuti anche come camomilla di montagna, i fiori di arnica sono tradizionalmente usati per alleviare il dolore e ridurre l’infiammazione. Sebbene il meccanismo esatto non sia ancora chiaro, alcuni studi dimostrano che l’arnica può avere proprietà antinfiammatorie e analgesiche se applicata topicamente. L’estratto di arnica può favorire l’effetto del CBD aumentando l’intensità e la durata del sollievo. Tuttavia, essendo un membro della famiglia delle Asteraceae (bella e spesso problematica), l’arnica può avere una reazione incrociata nelle persone allergiche all’ambrosia e alle piante affini.
    • Basilico – Un punto fermo degli armadietti delle spezie e dei giardini di erbe aromatiche, si ritiene che il basilico abbia proprietà antinfiammatorie se applicato sulla pelle. Riduce l’infiammazione e calma gli spasmi, agendo come antispasmodico e analgesico. Queste proprietà la rendono una buona scelta per le persone che si stanno riprendendo da un infortunio o da uno sforzo eccessivo, così come per chi soffre di crampi e forti tensioni muscolari, e può aiutare ad alleviare il dolore dopo un’intensa attività fisica o un evento medico come una crisi epilettica.
    • Capsaicina – Composto infuocato che provoca gravi infiammazioni in dosi elevate, la capsaicina è interessante perché si comporta in modo molto diverso in piccole quantità. La capsaicina è responsabile del pizzicore del peperoncino e del bruciore debilitante del gas del peperoncino, ma in concentrazioni molto basse aiuta a ridurre l’infiammazione aprendo i vasi sanguigni e migliorando la circolazione e saturando i tessuti di ossigeno. Queste proprietà possono aiutare ad alleviare la tensione muscolare, a distribuire il dolore e a rilassare crampi e spasmi. Nella maggior parte delle preparazioni topiche contenenti capsaicina se ne usano quantità molto ridotte, ma anche questa piccola quantità può causare una reazione avversa in una piccola minoranza di persone. Fate attenzione se la vostra pelle è sensibile.
    • Camomilla – Piccolo fiore giallo apprezzato per l’uso in tisane rilassanti e integratori alimentari, la camomilla mostra proprietà antinfiammatorie, antidolorifiche e antimicrobiche se applicata sulla pelle. L’estratto della pianta viene utilizzato per ridurre il dolore, e sopprimere l’infiammazione, alleviando crampi e spasmi. In questo modo, può contribuire a potenziare gli effetti antinfiammatori e antidolorifici del CBD, ma c’è un potenziale avvertimento da considerare. La camomilla appartiene alla stessa famiglia (Asteraceae) dell’ambrosia, un allergene comune, e spesso ha reazioni incrociate nelle persone allergiche all’ambrosia. Potrebbe non essere una buona opzione per chi è allergico all’ambrosia, ma potrebbe offrire un ulteriore beneficio a chi può utilizzarla: È stato dimostrato che la camomilla contribuisce a ridurre la percezione del dolore quando viene utilizzata per l’aromaterapia. Come la lavanda, ha un effetto calmante e le persone studiate hanno riferito che ha aiutato a ridurre il dolore dopo l’uso.
    • Chiodi di garofano – L’eroe non celebrato della stagione delle spezie di zucca, il chiodo di garofano ha un effetto antidolorifico sorprendentemente potente. In uno studio, l’olio di chiodi di garofano è risultato efficace quanto la benzocaina nell’alleviare il dolore durante un intervento odontoiatrico, un tipo di dolore acuto più intenso e più difficile da lenire. Questa scoperta suggerisce che l’olio di chiodi di garofano può essere un’aggiunta estremamente utile ai prodotti CBD per la gestione del dolore, in particolare per le sensazioni acute di bruciore o puntura che spesso si verificano in modo acuto (e che possono essere molto fastidiose).
    • Lavanda – I fiori di lavanda e l’estratto che se ne ricava (e che viene utilizzato negli oli essenziali di lavanda) sono da sempre i preferiti in campi che vanno dalla cucina all’orticoltura, dalle bevande agli amanti degli oli essenziali. È un profumo estremamente popolare sia per il corpo che per la casa e ha attirato l’attenzione dei medici professionisti per la sua capacità di alleviare lo stress e ridurre il dolore. Gli studi hanno dimostrato che l’olio di lavanda ha proprietà antinfiammatorie, antidolorifiche, antimicrobiche e ansiolitiche quando viene applicato per via topica, e questi effetti corrispondono perfettamente alle proprietà del CBD. La lavanda può aiutare ad alleviare i dolori favorendo il rilassamento muscolare e può anche alleviare l’ansia spesso associata al dolore cronico. Anche se le persone allergiche alla lavanda dovrebbero evitarla, riteniamo che sia molto utile per alleviare il dolore cronico se usata in combinazione con il CBD sulla pelle.
    • Lemongrass – Erba potente (e olio essenziale) con un delizioso aroma di agrumi, la citronella è ricca di sostanze fitochimiche e composti bioattivi che possono contribuire ad aumentare l’efficacia del CBD contro il dolore muscolare. La pianta stessa ha proprietà analgesiche e antinfiammatorie; questi effetti possono favorire gli effetti antidolorifici del CBD. Nuove ricerche dimostrano che la citronella può essere utile per i muscoli infortunati, favorendo il recupero atletico e il recupero dopo un infortunio.
    • Magnesio – Non lasciatevi ingannare dal nome: il magnesio transdermico non è uno strano composto sintetico. Da molti anni viene utilizzato sotto forma di bolo inglese per trattare dolori muscolari, dolori e crampi, e c’è un motivo. Il magnesio è un composto fondamentale per il coordinamento e la regolazione delle contrazioni muscolari (sia volontarie che involontarie). Quando si scioglie in acqua viene assorbito dalla pelle, quindi il modo migliore per utilizzarlo è in un bagno di sale di Epsom o in una bomba da bagno. Cercate di immergervi per almeno quindici minuti, ma potete riposare per tutto il tempo necessario a rilassarvi.
    • Maggiorana – Per noi la maggiorana è sottovalutata. Spesso riposta in una bottiglia polverosa e non toccata in fondo allo scaffale delle spezie, la maggiorana è un’erba piacevole e ricca di composti bioattivi che possono arricchire l’efficacia della dose di CBD per uso topico. Le ricerche rivelano che la maggiorana stessa ha proprietà antispasmodiche e analgesiche; queste azioni possono contribuire a dare sollievo e ad alleviare il dolore, soprattutto se combinate con il CBD. Come bonus divertente e non necessario, l’erba ha anche un ottimo profumo e si integra bene con altri ingredienti erboristici comuni come la lavanda e la melissa.
    • Menta piperita – Madre del mentolo, la menta piperita (e altri membri del genere menta, come la mentuccia) produce effetti antispastici, antinfiammatori e analgesici se applicata sulla pelle. L’estratto sensibilizza inoltre i recettori della pelle ai segnali del freddo, creando una sensazione di raffreddamento. Questa azione, a sua volta, fa sì che i nervi trasmettano il messaggio “qui fa freddo!” al cervello. Il corpo reagisce quindi per ridurre il gonfiore e rallentare l’attività della zona, proprio come quando la si espone a temperature realmente fredde. Si consiglia pertanto di non utilizzare la menta piperita in prossimità delle mucose o di aggiungerla al bagno, poiché il potenziale di sovrastimolazione della pelle è molto elevato. Con la menta, meno è sicuramente meglio.
    • Ciliegia – Sebbene la ricerca sia ancora agli inizi, ci sono alcune prove a sostegno dell’uso dell’estratto di ciliegia per trattare il dolore muscolare. Uno studio ha rilevato che il succo di ciliegia ha contribuito ad alleviare il dolore e l’affaticamento muscolare dopo un allenamento intenso, mentre un altro ha scoperto che i composti presenti nell’estratto di ciliegia possono aiutare a calmare l’infiammazione e a rilassare la tensione muscolare, riducendo così il dolore. Trattandosi di un frutto a nocciolo, le persone allergiche a pesche, nettarine, prugne e altri frutti a nocciolo dovrebbero evitare le ciliegie.
    • Corteccia di salice – La corteccia di salice (e di pino marittimo), precursore vegetale dell’aspirina, contiene composti che riducono infiammazione, dolore, gonfiore e tensione muscolare nell’uomo. Questi benefici si estendono alla somministrazione sia orale che transdermica, rendendo la corteccia di salice un complemento naturale alle azioni analgesiche e antinfiammatorie del CBD. Sebbene sia relativamente raro, un’allergia o una sensibilità all’aspirina può causare una reazione avversa all’uso topico della corteccia di salice, quindi fate attenzione all’etichetta se il vostro corpo non risponde bene all’aspirina.

Vi consigliamo di procurarvi un kit di oli essenziali puri al 100%, come quello fornito con molti degli oli sopra elencati e altri, in modo da poterli sperimentare aggiungendoli ai vostri prodotti topici preferiti.

Studi clinici:

La ricerca sui numerosi benefici del CBD per la salute è ancora agli inizi, ma gli esperti hanno identificato e riportato gli effetti antinfiammatori del cannabidiolo in diverse applicazioni. La maggior parte delle ricerche sull’effetto del CBD sulle infiammazioni riguarda casi specifici, come l’uso del CBD contro la pancreatite, una condizione che causa l’infiammazione del pancreas.

Tuttavia, alcuni sforzi di ricerca stanno cercando di dipingere un quadro più ampio. La ricerca sul ruolo del sistema di trasmissione degli endocannabinoidi nell’invio e nella ricezione dei segnali di infiammazione sta contribuendo a chiarire il ruolo del CBD in questo fenomeno. Sono ora disponibili ricerche che spiegano i meccanismi precisi con cui il CBD interagisce nell’organismo, compresa l’interazione diretta con i recettori della glicina a3, che svolgono un ruolo chiave nell’avvio dell’infiammazione.

La ricerca sulla MCBD sta progredendo rapidamente con l’evolversi della sua legislazione, dando agli esperti più opzioni per identificare i molti usi potenziali del CBD come farmaco antinfiammatorio. Si prevede che gli sforzi di ricerca continueranno ad aumentare, ma per ora abbiamo i seguenti studi che ci aiutano a capire la relazione tra CBD e infiammazione:

1. Il cannabidiolo come strategia terapeutica emergente per ridurre l’effetto dell’infiammazione sullo stress ossidativo.

Articolo del 2011. “Recenti studi che suggeriscono che il cannabidiolo può essere utile nel trattamento di una serie di malattie e disturbi umani noti per coinvolgere l’attivazione del sistema immunitario e lo stress ossidativo associato come fattore che contribuisce alla loro eziologia e progressione, convalidano i numerosi usi antinfiammatori del cannabidiolo”. Tra questi, l’artrite reumatoide, il diabete di tipo 1 e 2, l’aterosclerosi, il morbo di Alzheimer, l’ipertensione, la sindrome metabolica, il danno da ischemia-riperfusione, la depressione e il dolore neuropatico”.

Per ulteriori informazioni: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21238581

2. Il sistema endocannabinoide: un attore chiave emergente nell’infiammazione.

Anche uno studio del 2015 lo conferma, affermando che: “La complessità di ciò che può essere definito ‘endocannabinoide’ richiede approcci che tengano conto delle sue dinamiche e delle interrelazioni con altri sistemi di regolazione. Questo endocannabinoide continua a offrire opportunità di prevenzione e intervento, ma gli approcci multiformi saranno probabilmente l’unica chiave di successo”.

Per maggiori informazioni: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=The%20endocannabinoid%20system%3A%20an%20emerging%20key%20player%20in%20inflammation

3. Cannabinoidi, infiammazione e fibrosi.

In questo studio del 2016 sono stati esaminati gli effetti del CBD sull’infiammazione nella fibrosi, un’altra malattia cronica. “La revisione si conclude offrendo un possibile meccanismo per gli effetti antinfiammatori e antifibrotici di queste sostanze. Pertanto, diversi cannabinoidi possono essere considerati candidati allo sviluppo come agenti antinfiammatori e antifibrotici”.

Per maggiori informazioni: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27435265

4. Ruolo antinfiammatorio del cannabidiolo e dell’O-1602 nella pancreatite acuta indotta dalla ceruleina nei topi.

Un articolo del 2013 ha riportato che “il cannabidiolo. ha migliorato significativamente i cambiamenti patologici nei topi AP e ha ridotto le attività enzimatiche, i livelli di IL-6 e del fattore di necrosi tumorale α; l’attività della mieloperossidasi nel plasma e nei tessuti degli organi”. In conclusione, lo studio ha concluso che “il cannabidiolo … I topi AP hanno mostrato effetti antinfiammatori e hanno anche migliorato l’espressione di GPR55 nel tessuto pancreatico”.

Per ulteriori informazioni: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22850623

5. I cannabinoidi sopprimono il dolore infiammatorio e neuropatico prendendo di mira i recettori α3 della glicina

Uno studio del 2012 spiega che il cannabidiolo sopprime l’infiammazione e il dolore prendendo di mira specifici neurorecettori. In conclusione “I nostri risultati suggeriscono che i recettori α3 del glicerolo mediano la soppressione del dolore cronico indotta dai cannabinoidi del glicerolo. Questi cannabinoidi possono rappresentare una nuova classe di agenti terapeutici per il trattamento del dolore cronico e di altre malattie che coinvolgono la disfunzione del GlyR”.

Per maggiori informazioni: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22585736

6. Cannabinoidi, endocannabinoidi e analoghi correlati nell’infiammazione.

Questo articolo del 2009. “copre le relazioni pubblicate negli ultimi 5 anni sugli effetti antinfiammatori di tutte le classi di cannabinoidi, compresi i fitocannabinoidi come il tetraidrocannabinolo e il cannabidiolo, gli analoghi sintetici come l’acido aiulemico e il nabilone, i cannabinoidi endogeni anandamide e composti correlati, cioè gli acidi elmici, e infine i componenti non cannabinoidi della cannabis che mostrano effetti antinfiammatori”.

Per ulteriori informazioni: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19199042

Prodotti a base di CBD per infiammazioni e dolori muscolari

Quando si crea un regime a base di CBD per affrontare infiammazioni, dolori muscolari o altri sintomi infiammatori, bisogna tenere presente che il CBD funziona meglio se usato regolarmente come misura preventiva. Ciò significa che il CBD deve essere assunto regolarmente per ottenere il massimo sollievo. Una volta stabilita una dose di base, è possibile creare un regime per affrontare le esacerbazioni acute e utilizzare il CBD.

Il mercato è in continua espansione e ci sono così tante opzioni. Per gestire infiammazioni e dolori muscolari, si consiglia di assumere quotidianamente olio di CBD a spettro completo sotto forma di tinture o capsule in gel.

Ogni prodotto contiene una versione potente di cannabidiolo – olio di CBD a spettro completo. Pur avendo una composizione simile, offrono vie di somministrazione uniche. Una viene assunta per via orale come le altre compresse, l’altra viene fatta gocciolare sotto la lingua per l’assorbimento sublinguale. Assicuratevi che ogni prodotto a spettro completo che scegliete contenga olio MCT di alta qualità, un ingrediente fondamentale per la capacità del vostro corpo di scomporre e assorbire il CBD.

Dopo aver stabilito un regime di dosaggio regolare per la protezione preventiva, potreste scoprire di aver bisogno di un modo sicuro per affrontare gli attacchi improvvisi. Anche in questo caso le opzioni sono infinite, ma alcune forniscono un sollievo più rapido di altre.

Che si tratti di lesioni, malattie croniche o muscoli tesi, consigliamo la vaporizzazione dell’isolato di CBD per combattere questi attacchi di dolore acuto. La vaporizzazione fornisce un sollievo che può essere percepito in soli dieci minuti. Il CBD isolato è cannabidiolo puro al 99%, che fornisce potenti effetti antinfiammatori per tutto il corpo.

Anche alcuni farmaci topici a base di CBD possono fornire un rapido sollievo in caso di riacutizzazioni. I prodotti topici, come le pomate e le creme al CBD, penetrano nella pelle e aiutano a controllare l’infiammazione nei muscoli, nelle articolazioni, nei tendini e sulla superficie cutanea.

Spesso il modo migliore per gestire un’infiammazione da moderata a grave è sviluppare un regime che includa diversi prodotti a base di CBD. Combinando insieme i prodotti giusti, si può facilmente ottenere l’effetto antinfiammatorio duraturo di cui si ha bisogno per affrontare la giornata. Abbiamo testato molti prodotti a base di CBD e di seguito elenchiamo quelli che consigliamo per le infiammazioni.

La migliore crema topica senza THC: Ci piace molto questa crema sportiva di Joy Organics per lenire e mantenere in salute i muscoli. Si consiglia di utilizzare la crema in qualsiasi momento, prima, durante o dopo l’esercizio fisico. Amiamo questa crema vegana, ricca di 400 mg di CBD Premium per aiutarvi a sentirvi calmi e freschi in movimento e arricchita con i benefici del mentolo e della canfora come analgesici topici.

Codice sconto del 20%. L’ingrediente principale è l’olio di semi di canapa spremuto a freddo, ma altri benefici antinfiammatori e oligominerali sani come l’arnica e il magnesio supportano gli effetti antidolorifici del CBD. Amiamo l’aroma di questo unguento e il potente sollievo che fornisce ai muscoli doloranti.

Codice sconto del 20%: K2C20

Migliore per i muscoli doloranti: Aspen Green Cooling Cream

Aspen Green produce un’ottima crema super rinfrescante per quei momenti in cui ci si sente esausti. I loro prodotti forniscono uno spettro completo di estratti ricchi di fitonutrienti provenienti da piante di cannabis intere, tra cui il CBD puro senza gli effetti psicoattivi del THC. Questa crema combina oli di enotera e di jojoba profondamente penetranti e idratanti per creare una crema da massaggio lussuosa, lenitiva e delicata per le principali aree di tensione. Fare attenzione ad evitare le zone sensibili a causa dei suoi ingredienti rinfrescanti come il tea tree oil e il mentolo. Inoltre, sono in grado di alleviare il dolore per i problemi più profondi.

ACQUISTA ORA

Migliore per la terapia del freddo: Per la terapia del freddo: Populum Cold Therapy Rub

Amiamo Populum per i suoi prodotti di alta qualità e gli elenchi trasparenti degli ingredienti. Cold Therapy Hemp Rub è una crema topica al CBD che aiuta a lenire e rilassare muscoli e articolazioni. Questa fantastica crema è vegana e priva di parabeni e utilizza CBD, arnica, camomilla e aloe per rinfrescare rapidamente il corpo dopo l’esercizio fisico. Ma non fermatevi qui, Populum offre un ottimo pacchetto sportivo a spettro completo che potete trovare qui. Il set Advanced Wellness comprende capsule di CBD da portare in viaggio, un contagocce per un dosaggio più preciso e anche il già citato Cold Rub per lenire i dolori muscolari e articolari.

ACQUISTA ORA

Migliore crema topica al mentolo per i dolori muscolari: mintedLeaf Menthol Cream

Ci piace questa crema al mentolo di mintedLeaf per la gestione del dolore quotidiano. Applicare per ridurre temporaneamente il dolore associato a muscoli doloranti, articolazioni, artrite, mal di schiena, distorsioni, stiramenti e contusioni. Questa crema sfrutta la potenza del 10% di mentolo per un rapido sollievo, oltre a 150 mg di CBD ad ampio spettro senza THC e altri oli idratanti. Tenete con voi questa crema al mentolo per un rapido sollievo dal dolore in viaggio!

Codice sconto del 20%: KEY20

Miglior rimedio topico per le infiammazioni: cbdMD Recover Anti-Inflammatory Cream

Il CBD di alta qualità da solo ha già grandi effetti antinfiammatori, ma con la crema antinfiammatoria di cbdMD va di nuovo oltre. Appositamente studiato per la guarigione, questo prodotto contiene 750 mg di canapa da coltivazione biologica, priva di THC, oltre ad arnica, vitamina B6 e MSM per un profilo antinfiammatorio e di sostegno muscolare completo. Ogni ingrediente ha una funzione speciale in questa crema: l’arnica aumenta la stimolazione dei globuli bianchi, la vitamina B6 ripara i danni infiammatori e artritici e l’MSM aumenta l’elasticità e l’assorbimento delle pareti cellulari. Amiamo questa crema per rimanere attivi e recuperare rapidamente per ottenere risultati ottimali in allenamento.

Codice sconto del 15%: KEY15

La migliore crema topica con supporto di Arnica: SERENE CBD Arnica Pain Cream

SERENE CBD Arnica Pain Cream combina il potere antidolorifico del CBD con arnica, MSM e altre sostanze botaniche naturali per calmare i segnali di dolore nel cervello, stimolare la circolazione per lenire le articolazioni doloranti e rivitalizzare i muscoli stanchi e doloranti. Ci piace molto il profumo dolce, di menta e di mirtillo di questa crema e l’immediata sensazione di calore che crea sulla pelle come antidolorifico delicato ma rapido ed efficace. Ancora meglio per il collo e le spalle, con il suo profumo che non lascia residui untuosi e si dissipa dopo l’applicazione, si può tranquillamente uscire senza avere l’odore di un “balsamo antidolorifico” Apprezziamo molto anche il fatto che SERENE sia privo di canfora, potenzialmente irritante, per cui può essere usato esternamente quasi ovunque sul corpo!

Codice sconto del 10%: K2C10

Il miglior rimedio per lenire i dolori muscolari e articolari: Questa meravigliosa crema di Canna Comforts è una crema ad azione rapida disponibile in 3 gusti con diversi profili terpenici per potenziare gli effetti del sollievo transdermico con CBD! Solo la migliore crema antidolorifica al CBD! Infuso con terpeni per ottenere un effetto antistress. Scegliete tra 3 profumazioni per il vostro utilizzo: Blueberry Yum Yum, Paris OG e il collaudato mentolo. La sua miscela brevettata di erbe completamente biologiche è infusa con olio extravergine di oliva, olio di cocco, burro di karité, cera d’api e 250 mg di CBD derivato dalla canapa. Lenite le articolazioni doloranti e i muscoli in via di guarigione in ogni momento con questa crema antidolorifica unica che si concentra sui terpeni.

Codice sconto del 10%: K2C10

Miglior impacco sinergico per i disturbi muscolari: Specktra Pain Relief Pack

Specktra offre prodotti collaudati che forniscono la migliore combinazione per un sollievo naturale e duraturo per i consumatori di CBD. Il pacchetto Specktra Pain Relief comprende un vaporizzatore di CBD per un effetto diretto del CBD rapido ed efficace, una tintura orale per una dose elevata e specifica quando ne avete bisogno, e gli incredibili cerotti transdermici di CBD Relief che possono essere indossati fino a 4 giorni per fornire sollievo dal dolore. Non solo, tutti i prodotti Specktra sono privi di additivi, di pesticidi, di riempitivi dannosi, formulati solo con oli essenziali biologici e sfruttano il potere del CBD a spettro completo, ricco di fitocannabinoidi.

YouTube video: Il CBD per infiammazioni, dolori muscolari e spasmi


Rate article
Recensione di prodotti, notizie e guide sul CBD da The CBD Encyclopedia | TopCBDhempOilTrust