È legale spedire il cbd a casa mia? è possibile acquistare cbd online? (2023)

Imparare

Una delle domande più frequenti è: “Posso acquistare l’olio di CBD online?”. Il CBD è legale da possedere e consumare, ma dipende dalla sua provenienza. È qui che nasce la differenza tra canapa e cannabis – la distinzione non è altro che la legalità.

Contents
  1. Canapa e olio di canapa
  2. Perché tutta questa confusione?
  3. Una breve nota su CBD e test antidroga
  4. Si può ordinare il CBD online?
  5. Si può acquistare l’olio di CBD online?
  6. Si possono acquistare gomme al CBD online?
  7. Quali aziende sono conformi alla legge?
  8. A Buyer’s Guide to Legal CBD
  9. Dove viene coltivata la canapa? È biologica?
  10. Integrazione verticale
  11. Processo di estrazione
  12. Quale sostanza portante viene utilizzata?
  13. Cosa contiene esattamente il prodotto?
  14. Come scegliere il miglior prodotto CBD per voi
  15. Come agisce il CBD nel corpo
  16. Come scegliere il miglior prodotto a base di CBD per il proprio corpo
  17. CBD Softgels, Capsules and Edibles
  18. Tinture e oli di CBD
  19. Prodotti per la vaporizzazione del CBD e dei fiori di canapa
  20. Dove acquistare CBD online: I nostri marchi di CBD preferiti per il 2021
  21. Marchio CBD più innovativo: FOCL
  22. La migliore marca di CBD per i principianti: Charlotte’s Web
  23. Miglior marchio privato di CBD: Joy Organics
  24. Miglior marchio di fiori di cannabis: Canna Comforts
  25. Migliore marca di CBD per animali domestici: Honest Paws
  26. Migliori prodotti CBD: Le bombe di canapa
  27. L’approccio più scientifico: Ambari Gardens
  28. Marchio con la più alta potenza di CBD: cbdMD
  29. Bonus: Linx Vapors Penne da Vape di alta gamma
  30. Dove acquistare MCBD: Sempre più persone ricorrono al CBD per affrontare ogni tipo di problema, dal dolore cronico alle malattie cardiache, e i rivenditori più famosi iniziano a offrire prodotti a base di CBD sui loro scaffali. Probabilmente è solo questione di tempo prima che il CBD, un cannabinoide non psicoattivo, entri seriamente nel mainstream. I segnali di questa promozione sono visibili sugli scaffali dei principali rivenditori, soprattutto nel settore della salute e della bellezza. Tuttavia, anche le farmacie locali stanno iniziando ad agire. Un numero sempre maggiore di catene di farmacie ha prodotti a base di CBD sugli scaffali dei propri negozi. Mentre l’incerto status legale del CBD rimane un ostacolo per molti rivenditori nazionali, un numero crescente di catene di farmacie in alcuni Stati sta stoccando il CBD. A causa della disponibilità eterogenea del CBD, può essere difficile trovare farmacie locali che lo tengano in stock. In generale, gli Stati con programmi di cannabis legale hanno più opzioni per l’acquisto di CBD presso i dispensari. Sebbene i prodotti a base di CBD non siano ancora mainstream, la tendenza sta rapidamente cambiando in questa direzione. Attualmente, i prodotti a base di CBD sono disponibili in una certa misura in tutte le maggiori farmacie del Paese. Tuttavia, non è così semplice. A causa delle restrizioni interstatali e della mancanza di chiarezza a livello federale sullo status legale della canapa, le catene nazionali a volte incontrano ostacoli nella fornitura di CBD. Pertanto, i dispensari locali che offrono CBD dipendono in larga misura dal luogo in cui si vive. Poiché tutte le forme di canapa e marijuana rimangono illegali in South Dakota, Idaho e Nebraska, non è possibile acquistare prodotti a base di CBD nei negozi fisici di questi Stati. In altri Stati la vendita di CBD nei negozi è consentita, anche se alcuni Stati hanno restrizioni sulla concessione di licenze ai venditori di CBD. Queste restrizioni sono il motivo principale per cui il CBD non è (ancora) disponibile a livello nazionale. Considerate questo: Il CBD è un settore in piena espansione e le aziende di tutti i tipi sono desiderose di capitalizzarlo. Ma per farlo, devono collaborare con le autorità di regolamentazione statali per vendere legalmente prodotti a base di CBD e canapa. Le aziende adottano approcci diversi (che esamineremo separatamente) e offrono prodotti diversi di conseguenza. C’è un’ulteriore complicazione da considerare quando si cerca il CBD e presso il dispensario locale: si potrebbe non trovare ciò di cui si ha bisogno. Attualmente la maggior parte dei principali rivenditori offre solo prodotti per uso topico, non tinture o altri ingredienti. Questa situazione è in gran parte dovuta alle norme poco chiare della FDA sull’acquisto del CBD, che rendono confuso il quadro legale per la vendita del CBD nelle farmacie. Finché la FDA non deciderà di porre fine alle loro assurdità (e noi non stiamo trattenendo il fiato), è improbabile che si trovino presto sugli scaffali delle farmacie tinture, gommosi o gel morbidi di CBD. Ma questo non significa che non possiate scoprire quali dispensari locali offrono CBD nella vostra zona: potrebbe solo volerci un po’ di tempo. CVS CVS, la più grande catena di farmacie del Paese, è una delle catene di farmacie che offre prodotti a base di CBD in molti Stati. Questi includono Alabama, Arkansas, Colorado, Georgia, Illinois, Indiana, Kentucky, Maryland, New Mexico, South Carolina, West Virginia, Tennessee e Texas. Il colosso farmaceutico è costantemente impegnato a rendere disponibile il CBD in un maggior numero di Stati del Paese. CVS ha scelto di offrire solo prodotti CBD per uso topico. Comprendiamo questo approccio (piuttosto conservatore), indipendentemente dal fatto che siamo pienamente d’accordo o meno – dopo tutto, si tratta di un rivenditore nazionale. Non fraintendetemi però: l’attenzione del negozio per i prodotti topici non gli ha impedito di offrire una varietà di formule per soddisfare una varietà di esigenze e sintomi Sebbene la selezione dei prodotti vari da stato a stato e da negozio a negozio, CVS lavora con molti marchi diversi di CBD. Tra questi ci sono marchi che conosciamo e amiamo, come PlusCBD Oil e Charlotte’s Web, che producono prodotti di qualità a prezzi accessibili. Questo ci fa sperare che CVS si approvvigioni di prodotti CBD in modo responsabile e si concentri sulla qualità piuttosto che sulla quantità. Ciò significa che la farmacia ubiquitaria soddisfa abbastanza bene anche l’aspetto quantitativo. Uno sguardo superficiale alla gamma di prodotti CBD per uso topico mostra che c’è un po’ di tutto. Dalle creme antidolorifiche ai roll-on, dai prodotti per la cura della pelle ai trattamenti per capelli e corpo, CVS offre qualcosa per ogni esigenza. Apprezziamo questa mossa della farmacia. Pur non avendo fretta di far pagare ogni componente di un regime completo a base di CBD, sembra che si siano resi conto delle diverse potenzialità del CBD. Questa consapevolezza si riflette anche nella loro gamma di prodotti, che comprende tutto, dagli antidolorifici ad alto dosaggio ai prodotti per il bagno e la cura del corpo. Walgreens Walgreens, un’altra dinamo del settore farmaceutico locale, offre prodotti a base di CBD in circa 1.500 negozi in 18 stati. Questi includono Alabama, Arkansas, Colorado, Illinois, Indiana, Kansas, Kentucky, Maryland, Michigan, Missouri, Nevada, New Mexico, Oregon, South Carolina, Tennessee, Vermont, Wisconsin e Washington. Walgreens continua a collaborare con gli Stati per offrire il CBD nei negozi, e questo elenco probabilmente si allungherà con il passare del tempo. Come CVS, Walgreens ha deciso di limitare la sua selezione di CBD a creme, spray e cerotti topici. Sebbene riteniamo che la linea di demarcazione tracciata dalla FDA e dai principali rivenditori tra prodotti topici e commestibili sia alquanto arbitraria, non si tratta di una posizione scandalosa. L’azienda dichiara che ciò è stato fatto per offrire ai clienti una gamma più ampia di prodotti per il benessere. In effetti, va notato che Walgreens è meno aperto sui prodotti e sui marchi CBD rispetto ad altri rivenditori. Rispetto ad altri dispensari che vendono CBD, non siamo ancora del tutto convinti. Non possiamo fare a meno di sollevare le sopracciglia: Nessuno dei prodotti CBD è elencato sul loro sito web, quindi non c’è modo di sapere cosa è disponibile in negozio senza recarsi di persona. Abbiamo capito: se le persone entrano, è più probabile che comprino, perché sono già lì e lo vogliono subito. Ma siamo un po’ scettici su questa strategia. Invece di mettere gli acquirenti in condizione di prendere decisioni informate, c’è qualcosa che ci sembra poco sincero, come se si volesse scommettere sul fatto che le persone compreranno ciò che è disponibile perché ne hanno bisogno in questo momento. Questa strategia non sembra tenere conto dell’efficacia o della qualità dei prodotti, il che ci rende insicuri. Sebbene non possiamo esprimere un’opinione sui prodotti CBD offerti da Walgreens, ci sembra un po’ strana la loro strategia. Essendo un gruppo di persone che si impegna a favore di una maggiore trasparenza, ci sembra un po’ sospetto che non si possa nemmeno sfogliare i prodotti disponibili online. Pur essendo conveniente, non siamo sicuri di poterci fidare di Walgreens. Poiché non c’è chiarezza sulla coerenza dei prodotti da uno stato all’altro (o addirittura da un negozio all’altro), ciò che è corretto nella nostra farmacia locale potrebbe non esserlo in un’altra farmacia della stessa città o oltre i confini dello stato. Non stiamo dicendo che non si dovrebbe andare da Walgreens per il CBD, ma stiamo dicendo che vorremmo che ci fossero più informazioni disponibili al pubblico sui prodotti che offrono. Rite Aid Rite Aid, un attore relativamente nuovo (e piuttosto piccolo) nella vendita al dettaglio di CBD a livello nazionale, ha lanciato un programma pilota di vendita di CBD in Oregon e nello stato di Washington. Dal lancio del programma pilota nell’aprile 2019, l’azienda non ha ancora espresso piani per l’espansione del programma ad altri Stati, ma pensiamo che alla fine verrà esteso a livello nazionale. Rite Aid, che ha iniziato a operare negli Stati legali, è uno dei sempre più numerosi dispensari che offrono prodotti a base di CBD. Anche Rite Aid ha deciso di vendere solo prodotti topici a base di CBD, e francamente ha avuto qualcosa di sorprendente da dire sulla sua posizione. “A questo punto”, afferma il COO Brian Everett, “offriamo solo soluzioni topiche che consistono in creme, balsami per labbra [e] lozioni” Sembra ragionevole, ma Everett ha poi detto qualcosa di veramente sorprendente: “Nell’ambito del progetto pilota, non offriremo prodotti iniettabili in nessuno dei nostri negozi. Il COO di Rite Aid pensa davvero che la gente si inietti abitualmente il CBD? Pensa che le cose funzionino così? Come appassionati di CBD che hanno testato personalmente centinaia di prodotti a base di canapa, possiamo dire con certezza che nessuna azienda ci offre una forma iniettabile di CBD. Google è rimasto sorpreso quanto noi dalla bizzarra dichiarazione di Everett: “Intende l’ingestione di CBD?”, ha chiesto. Nei pochi articoli che ha trovato sulla “forma iniettabile”, questo termine è stato usato in riferimento al potenziale del CBD di ridurre le morti per overdose e la dipendenza da oppioidi. Speriamo che il signor Everett si sia espresso male, ma la sua dichiarazione non ci dà molta fiducia sulla conoscenza dei prodotti che Rite Aid vende. Il fatto che i nomi dei marchi che vendono non siano pubblicamente disponibili (almeno non facilmente) non aiuta la situazione. Sebbene la disponibilità di CBD presso Rite Aid possa essere conveniente per i residenti di Washington e Oregon, abbiamo bisogno di maggiori informazioni prima di raccomandarlo come fonte di CBD. Walmart Walmart è una formalità qui e vi spieghiamo perché: non offrono prodotti a base di CBD in nessuno dei loro negozi fisici. Ci rendiamo conto che ciò non rientra nello scopo di questo articolo, ma riteniamo che valga la pena di notare e osservare come Walmart gestisce la questione della disponibilità di prodotti CBD da parte dei dispensari locali. Se c’è una cosa che Walmart è in grado di fare, è quella di conquistare qualsiasi settore del mercato. Questa acquisizione sembra piuttosto strategica – anche in questo caso, non è una sorpresa – e inizia online. Walmart ha scelto di vendere i prodotti a base di CBD esclusivamente online, presumibilmente per sondare l’interesse prima di mettere i prodotti sugli scaffali. Attualmente lavorano solo con due marchi: Medterra e Procana. Entrambi i marchi sono disponibili attraverso il portale di vendita online del negozio, ma gli ordini vengono evasi dall’azienda di integratori VitaSprings. Tuttavia, la limitata disponibilità di marchi non deve essere percepita come una mancanza di varietà di prodotti. Walmart ha scelto di offrire prodotti per uso topico, oltre a softgel, tinture e altri prodotti ingeribili, poiché vende solo online e non nei negozi fisici. Hanno anche scelto di offrire prodotti per animali domestici, un potenziale vantaggio per i proprietari di animali. È sorprendente che, al momento in cui scriviamo, Walmart sia l’unico dispensario locale a offrire prodotti a base di CBD che includono prodotti per animali domestici. Sebbene la prospettiva che il CBD sia disponibile presso un gigante della vendita al dettaglio come Walmart sia entusiasmante da un certo punto di vista, lascia ancora molto a desiderare. Lo stock di prodotti CBD sul sito web di Walmart è incostante e spesso è difficile trovare i prodotti. Non è una cosa inaspettata: a volte ci vuole un po’ di tempo per trovare ciò che è in vendita. Tuttavia, poiché lo scopo di questo articolo è quello di trovare prodotti disponibili localmente, non siamo assolutamente d’accordo con l’approccio di Walmart ai prodotti a base di CBD. Kroger Meglio conosciuto nel settore degli alimentari, Kroger è anche un attore importante nel mondo delle catene di dispensari locali. Il rivenditore vende i suoi prodotti a base di CBD in centinaia di negozi in tutto il Paese. Si tratta di Arizona, Arkansas, Colorado, Illinois, Indiana, Kansas, Kentucky, Michigan, Missouri, Nevada, Oregon, South Carolina, Tennessee, Texas, West Virginia, Washington, Wisconsin e Wyoming. Come altri grandi dispensari che offrono CBD sugli scaffali dei negozi, Kroger ha scelto di offrire solo prodotti topici per il momento. Le marche disponibili sembrano variare da un negozio all’altro e da uno stato all’altro, ma sembra che in molte località del Paese sia disponibile una varietà di prodotti diversi. Anche alcuni degli altri dispensari locali di Kroger, come Fred Meyer e Smith’s Food & Drug, offrono CBD. Sebbene questi negozi prevedano di offrire prodotti topici a base di CBD come parte del nuovo programma di Kroger, l’ordine esatto di questo rollout non è chiaro. Mentre i marchi disponibili sugli scaffali dei negozi Kroger variano da luogo a luogo, Charlotte’s Web e PlusCBD Oil sono tra i marchi di cui ci fidiamo e che sappiamo lavorare con Kroger. È difficile sapere esattamente cosa è disponibile, ma controllare online può aiutarvi a decidere quale località visitare. Può essere necessario un po’ di tempo per scoprire quali dispensari Kroger hanno i vostri marchi di CBD preferiti. Una cosa da notare sul programma CBD di Kroger è che è leggermente diverso da quello di altre grandi farmacie. Anche se non sembra coerente in tutti i luoghi, alcuni negozi offrono prodotti a base di CBD solo al banco. Ciò significa che il CBD può essere acquistato in questi punti vendita solo durante gli orari di apertura delle farmacie, che di solito sono più brevi di quelli dei negozi di alimentari. Per certi aspetti, questo approccio può essere positivo perché consente alle persone di parlare con un farmacista esperto di dubbi o domande su un prodotto. Tuttavia, potremmo anche scoprire che questo scoraggia alcune persone dal richiedere prodotti a base di CBD a causa di disagi o fastidi. Sebbene i prodotti a base di CBD stiano diventando sempre più popolari e accessibili, probabilmente ci vorrà ancora un po’ di tempo prima che qualsiasi negozio locale possa essere un buon punto di riferimento per le vostre esigenze di CBD. Tuttavia, sembra che il numero di dispensari che offrono CBD stia crescendo rapidamente. Quale dispensario locale scegliere per il CBD, se esiste, dipende dalle vostre esigenze, dai vostri sintomi e dalla vostra fisiologia. Le farmacie locali che offrono prodotti CBD per uso topico possono essere utili per molte persone e noi siamo qui per questo, ma riconosciamo anche che non sono (ancora) una fonte completa di prodotti per la salute a base di CBD. Per quanto riguarda la ricerca di dispensari locali che vendono CBD, ci aspettiamo che la disponibilità di questi prodotti continui a cambiare. YouTube video: È legale spedire il CBD a casa mia? È possibile acquistare CBD online? (2023)
  31. CVS
  32. Walgreens
  33. Rite Aid
  34. Walmart
  35. Kroger
  36. YouTube video: È legale spedire il CBD a casa mia? È possibile acquistare CBD online? (2023)

Canapa e olio di canapa

La canapa stessa è un genere di piante da fiore – in altre parole il nome scientifico della pianta. La canapa viene coltivata per uso industriale come fibra e semi, quindi deve contenere legalmente meno dello 0,3% di THC – quindi al di sotto della soglia di psicoattività.

Risposta:

Se il CBD è derivato dalla canapa tradizionale (testata al di sopra dello 0,3% di THC), non è legale a livello federale, anche se il vostro Stato ha approvato programmi sul CBD. Questo significa che vi metterete nei guai? No, soprattutto se si rispettano le leggi sul CBD nel proprio stato – 44 dei 50 stati hanno programmi legali sul CBD.

Se il CBD è derivato dalla canapa industriale (testato al di sotto dello 0,3% di THC), è federalmente legale possedere e consumare il prodotto. È quindi molto importante, quando si acquistano prodotti a base di CBD, sapere dove è stato ottenuto il materiale di partenza. Questa distinzione è anche il motivo per cui il CBD derivato dalla canapa è legale da fornire in tutti i 50 Stati – persino negozi come Whole Foods hanno iniziato a rifornirlo.

Perché tutta questa confusione?

In breve, sono state prese decisioni, leggi e dichiarazioni contrastanti da parte di varie agenzie governative. Nel 2014, il Presidente Obama ha firmato la legge del 2013 sulla produzione agricola. Sezione 7606 della Legge. La sezione 7606 della legge definisce la canapa industriale come distinta dalla marijuana e autorizza la coltivazione della canapa per scopi industriali e di ricerca. Pertanto, è diventato molto chiaro che la coltivazione della canapa industriale negli Stati Uniti è legale e lecita. Questa legge è stata successivamente riaffermata dal Farm Bill del 2018 firmato dal Presidente Trump, che definisce la canapa industriale come un prodotto agricolo diverso dalla marijuana e come tale ha pieno status legale.

Due anni dopo la legge originale, nel 2016, la DEA ha emesso una norma che afferma che tutti gli estratti di canapa, compreso il CBD, sono considerati sostanze di Schedule I. La norma ha causato confusione sulla sua applicazione al CBD derivato dalla canapa. Imprese e consumatori hanno chiesto risposte e sono stati quasi immediatamente portati in tribunale. Le aziende hanno sostenuto che la norma aggira il processo federale stabilito – solo il Congresso ha l’autorità di creare uno statuto.

Alla fine, il portavoce della DEA Russ Baer ha dovuto chiarire: “Se i prodotti sono derivati dalla parte non psicoattiva della pianta di marijuana, allora si tratta di una sostanza non controllata”

Come molte questioni che riguardano la produzione di canapa, c’è disaccordo sulla legalità del CBD sia a livello statale che federale. Ciò che è chiaro, tuttavia, è che la norma del 2016 della DEA è stata concepita per colpire le imprese commerciali che vendono questi prodotti, non i consumatori finali. In sostanza, finché ci sono aziende legittime che vendono prodotti CBD testati e che garantiscono sicurezza e legalità, il consumatore non ha nulla di cui preoccuparsi.

Una breve nota su CBD e test antidroga

Se i test antidroga fanno parte delle condizioni di impiego, ci si può preoccupare del fatto che il CBD possa potenzialmente far risultare positivi al test del THC. Non si tratta di una preoccupazione infondata. Evitando i prodotti a spettro completo che contengono tracce di THC, si riduce il rischio di avere conversazioni spiacevoli con il proprio datore di lavoro.

Si può ordinare il CBD online?

Se si vive in uno stato in cui la marijuana è illegale, potrebbe essere difficile ottenere olio di CBD legale da un punto vendita commerciale. La maggior parte delle persone si rivolge a Internet per acquistare CBD online e di solito trova una serie di negozi, che sostengono tutti di vendere il miglior prodotto e di spedirlo direttamente a casa.

Il problema è che non esistono linee guida federali per testare questi prodotti, quindi l’efficacia e la sicurezza di molti prodotti sul mercato non sono state dimostrate. Pertanto, è responsabilità del produttore essere onesto sulla quantità di CBD effettivamente contenuta nell’olio, sul luogo in cui è stato coltivato il materiale di partenza e sul modo in cui è stato estratto.

Infatti, la FDA ha emesso un avvertimento sulle false affermazioni di efficacia e benefici medici perché molte aziende illegittime vendono olio di serpente commercializzato come CBD che non fa nulla. Nonostante tutte queste sfide, l’olio di CBD derivato dalla canapa, come prodotto a sé stante, non è illegale secondo la legge federale, se si sa cosa si sta acquistando.

Quindi, si può acquistare CBD online? Sì, il CBD è legale da acquistare online, purché derivi dalla canapa industriale e non dalla marijuana.

Soprattutto, le aziende che rispettano i requisiti del Farm Bill del 2014 e del suo aggiornamento del 2018 possono spedire i loro prodotti ovunque negli Stati Uniti. La legge del 2014 ha separato la marijuana dalla canapa industriale e ha permesso la coltivazione della canapa negli Stati Uniti. La versione del 2018 conferma questa distinzione in termini più specifici che distinguono la canapa industriale come un bene agricolo piuttosto che come una sostanza controllata elencata a livello federale.

Si può acquistare l’olio di CBD online?

Sì – a patto che l’azienda si conformi a quanto sopra. Clicca qui per trovare i nostri oli di CBD preferiti nel 2022.

Si possono acquistare gomme al CBD online?

Sì, purché l’azienda sia conforme a quanto indicato sopra. Clicca qui per trovare le nostre gomme al CBD preferite nel 2022.

Quali aziende sono conformi alla legge?

Le aziende che coltivano canapa industriale contenente meno dello 0,3% di THC sono conformi alla legge. La DEA ha riconosciuto che il CBD è legale se prodotto dalla parte non psicoattiva della pianta di canapa (gambo di canapa maturo), in quanto questa parte della pianta non rientra nella definizione di marijuana del Controlled Substances Act.

Vuoi conoscere la storia legislativa del Farm Bill di Obama, del seguito di Trump e delle successive interpretazioni della DEA del Controlled Substances Act? Leggete il nostro articolo sulla storia legale della canapa e dell’olio di canapa.

Tutti i marchi di CBD che recensiamo e raccomandiamo sul nostro sito sono conformi alla legge.

Noi di The CBD Encyclopedia siamo stati coinvolti nell’industria della canapa del Colorado fin dalla sua nascita, quindi abbiamo visto in prima persona la sua crescita da medicina di alto livello a merce sociale. Gli investimenti si sono riversati in vari settori dell’industria e l’attenzione principale è rivolta al ritorno sugli investimenti. Quando le persone vedono il verde, è facile che si entusiasmino e si concentrino sui numeri invece che sui pazienti”

Tra tutte le aziende con cui abbiamo interagito e che abbiamo testato, spicca Joy Organics. Il suo stabilimento integrato verticalmente in Colorado è impressionante come la sua gamma di prodotti. Joy Organics utilizza canapa organica e non OGM per estrarre prodotti a base di CBD, da tinture e prodotti topici a prodotti per il vaping e capsule di gel morbido.

Abbiamo testato personalmente la loro linea di prodotti con grande successo e abbiamo esaminato i risultati di test indipendenti sui lotti per confermare il loro alto contenuto di cannabinoidi.

Ci sono letteralmente centinaia di rivenditori di CBD – ma solo pochi di loro vendono prodotti a base di CBD con una qualche efficacia medicinale. Ci sono alcune domande molto importanti da porsi prima di decidere dove acquistare:

Dove viene coltivata la canapa? È biologica?

Negli Stati Uniti, tutti i prodotti devono provenire da canapa biologica coltivata negli Stati Uniti. La canapa coltivata nell’Unione Europea (UE) è accettabile SOLO se è stata coltivata con metodi biologici e se l’azienda può dimostrare l’assenza di pesticidi, muffe e metalli pesanti con risultati di test aggiornati (vedi sotto).

Attenzione: Canapa coltivata in Cina. Anche nei Paesi con normative agricole, l’elenco dei pesticidi approvati è tutt’altro che sicuro. Pertanto, ci si deve davvero fidare degli standard etici dell’azienda in questione quando si tratta di coltivare la canapa.

Il motivo per cui questo è un problema così grande con la canapa rispetto ad altre piante è che la canapa è una pianta ad accumulazione dinamica. Accumulatore dinamico è un termine usato per descrivere le piante che raccolgono sia i minerali buoni che quelli cattivi dal terreno circostante e li immagazzinano nei loro tessuti.

Quindi se si coltiva una pianta di canapa con pesticidi a base di petrolio in un terreno che contiene metalli pesanti… si avrà inevitabilmente una pianta di canapa che contiene sia pesticidi tossici che metalli pesanti. Questo è il motivo per cui molte persone hanno esperienze negative quando provano per la prima volta il CBD: si comprano le verdure biologiche, perché non la canapa? La presenza di queste tossine non è regolamentata da nessuna organizzazione e finiranno nel vostro olio di CBD se non acquistate dall’azienda giusta.

Integrazione verticale

L’integrazione verticale è l’unico modo per garantire qualità, coerenza e sicurezza da cima a fondo. Tutta la cannabis deve essere coltivata biologicamente in loco e i prodotti finali che ne derivano devono essere prodotti in loco con pratiche sostenibili. Questo è importante perché permette all’azienda di avere il controllo completo su tutti gli ingredienti delle tinture, degli unguenti e degli altri prodotti.

Attenzione: Aziende che non vogliono o non possono dirvi da dove proviene il materiale vegetale. Se il materiale viene acquistato all’ingrosso da un’azienda agricola, possono garantire che il prodotto è privo di pesticidi e muffe attraverso un test di laboratorio? L’azienda fornisce i risultati del test CBD? Ogni lotto di fiori e di prodotto finito deve essere testato da un centro di controllo approvato dal governo per verificarne la potenza, la legalità e la sicurezza. I risultati di questi esami devono essere forniti a tutti i pazienti che ne fanno richiesta. Questi test devono confermare 3 cose: la quantità di CBD contenuta nel prodotto, la quantità di THC nel prodotto (il materiale vegetale derivato dalla canapa deve risultare inferiore allo 0,3%) e l’assenza di muffe o pesticidi tossici.

Attenzione a: Aziende che non hanno i risultati dei test o si rifiutano di fornirli ai clienti. Diffidate anche delle aziende che testano solo un lotto di prodotto finito e poi danno per scontato che tutti i lotti futuri saranno uguali: un grosso errore. La cannabis è un prodotto naturale e quindi non ci saranno mai due lotti uguali, anche nell’ambiente più regolamentato. L’azienda deve fornirvi i risultati dei test sul prodotto che intendete acquistare e sul materiale vegetale utilizzato per produrlo, altrimenti metterete a repentaglio la vostra sicurezza e l’efficacia terapeutica del prodotto.

Processo di estrazione

Lavaggio biologico con etanolo – questo è uno dei metodi più antichi e naturali per ottenere un estratto sano dalla pianta di cannabis. Anche le estrazioni critiche di CO2 sono accettabili e producono un estratto di CBD a spettro completo. Un estratto a spettro completo estrae dalla pianta tutti i cannabinoidi e i terpeni benefici: in questo caso non è necessario utilizzare idrocarburi tossici. Il lavaggio con etanolo e l’estrazione con CO2 producono un estratto di CBD sicuro al 100% e privo di solventi. Negli estratti a spettro completo, viene utilizzata l’intera pianta e si ottiene un estratto con una maggiore efficacia medicinale rispetto, ad esempio, al CBD isolato e somministrato da solo.

Attenzione a: Aziende che non rivelano i metodi di estrazione o che utilizzano idrocarburi come butano e propano. Queste sostanze sono tossiche in quantità elevate e la maggior parte degli estratti di idrocarburi contiene solventi residui anche dopo un’adeguata purificazione. Altri metodi di estrazione non producono un estratto a spettro completo, cioè non riescono a estrarre tutti i composti benefici dalla pianta di cannabis (quindi non si ottiene l’intero spettro di benefici).

Quale sostanza portante viene utilizzata?

L’olio di CBD iniettato dovrebbe essere composto da olio di cocco MCT e da estratto di canapa a spettro completo (la parte contenente il CBD vero e proprio). È importante che l’olio vettore contenga trigliceridi a catena media (MCT), come l’olio di cocco, perché è più facile da digerire per l’organismo. Ricordate che i cannabinoidi arrivano meglio al corpo in un grasso o in un alcol come vettore.

Attenzione: Aziende che usano oli vettore economici che non contengono MCT. Fate attenzione anche ai prodotti che non indicano in modo chiaro e preciso gli ingredienti utilizzati. È importante che il consumatore sia in grado di identificare tutti gli ingredienti contenuti, soprattutto se il prodotto è utilizzato per scopi medici o terapeutici.

Cosa contiene esattamente il prodotto?

Qualsiasi olio per il vaping di CBD acquistato dovrebbe essere composto da un elenco molto breve di ingredienti: un olio vettore (come l’olio MCT, l’olio di semi di canapa, l’olio di semi d’uva o l’olio di cocco) e il CBD o l’estratto di canapa (a seconda di come l’azienda etichetta il suo concentrato di CBD), una miscela di terpeni proprietaria, o eventualmente uno o due ingredienti aromatizzanti aggiunti, che si tratti di dolcificanti naturali o artificiali.

Un altro possibile additivo è la glicerina vegetale, un comune diluente che non ha dimostrato di essere dannoso quando viene vaporizzato. Questo è tutto.

Attenzione a: tutto ciò che contiene glicole propilenico o glicole polietilenico. Questi composti sono associati alla formazione di sostanze chimiche tossiche come la formaldeide, il benzene e l’acetaldeide, che possono causare il cancro e altre malattie nell’uomo. Siamo molto attenti a questo aspetto, e per una buona ragione: il glicole propilenico e il glicole polietilenico sono due diluenti comuni utilizzati da molti produttori per facilitare il flusso del prodotto finale. Sebbene entrambi gli ingredienti siano generalmente considerati sicuri per l’applicazione topica e il consumo orale, numerosi studi hanno dimostrato che diventano tossici quando vengono riscaldati alle temperature necessarie per la vaporizzazione, e in particolare nei vaporizzatori ad alta temperatura progettati per creare grandi nuvole di vapore (sapete, quelli popolari!). Pertanto, evitiamo qualsiasi prodotto per vaporizzazione contenente glicole propilenico, CBD o altro.

Bandiere rosse:

  • Nessun numero di telefono
  • Nessuna indicazione della provenienza del materiale vegetale
  • Non si può parlare con una persona reale – nemmeno per e-mail
  • Nessun risultato di test
  • Non è organico
  • Nessuna indicazione chiara del dosaggio (o di quale cannabinoide)

Come scegliere il miglior prodotto CBD per voi

CBD, sta guadagnando popolarità tra tutti i tipi di persone con tutti i tipi di sintomi, e per una buona ragione. È stato dimostrato che il CBD aiuta a trattare una serie di condizioni senza provocare gli effetti di alterazione della mente del THC. Secondo un crescente numero di ricerche, il cannabinoide non psicoattivo ha proprietà antinfiammatorie, antidolorifiche, ansiolitiche, ipnotiche, antipiretiche, antispasmodiche e neuroprotettive.

Sebbene il CBD sia utile a molte persone per gestire i sintomi, trovare i prodotti giusti per voi può essere fonte di confusione e persino di paura. Questo perché esistono migliaia di prodotti diversi di centinaia di marchi, ognuno dei quali fa affermazioni diverse (e a volte ridicole) sulle proprie capacità curative. In un mercato così affollato, può essere difficile scegliere il miglior prodotto a base di CBD per i propri disturbi.

Quindi, come si fa a navigare nell’affollato campo dei prodotti a base di CBD per trovare i prodotti migliori per voi e per il vostro corpo? Non preoccupatevi, siamo qui per guidarvi in ogni fase del percorso. In questa sede, tratteremo tutto ciò che dovete sapere su come scegliere i migliori prodotti a base di CBD per i vostri sintomi, il vostro corpo e i vostri obiettivi di salute.

Prima di iniziare seriamente, iniziamo con una breve discussione su come il CBD lavora con i processi naturali del vostro corpo. Daremo quindi alcune linee guida generali per la scelta del prodotto CBD più adatto alle vostre esigenze, seguite da una discussione dettagliata dei diversi tipi di prodotti CBD. Vi spiegheremo i tipi di sintomi per i quali ogni prodotto a base di CBD può essere più adatto, compresi i suggerimenti e i trucchi per ottenere il massimo dalla vostra dose. Pubblicheremo anche alcuni consigli sui prodotti per aiutarvi nella ricerca.

Come agisce il CBD nel corpo

È stato dimostrato che il CBD ha diffusi effetti regolatori positivi sui processi corporei. Per i profani, ciò significa che il CBD riduce gli estremi mantenendo e migliorando l’omeostasi. Il CBD interagisce con i recettori del sistema endocannabinoide, un sistema di recettori e messaggeri chimici dell’organismo.

Il CBD interagisce con i recettori del sistema endocannabinoide per influenzare vari processi dell’organismo. È stato dimostrato che calma e previene le crisi epilettiche, allevia il dolore, calma l’ansia, allevia la depressione e riduce l’infiammazione nel corpo.

Questo effetto antinfiammatorio è alla base di molti degli effetti del CBD sulla salute. Questo perché l’infiammazione è un filo conduttore di molte malattie diverse. In effetti, alcuni ricercatori ritengono che tutte le malattie siano causate dall’infiammazione e questa è chiamata “teoria delle malattie infiammatorie”. Il CBD riduce la gravità dei sintomi alleviando l’infiammazione in diverse parti del corpo.

Siccome i recettori su cui agisce il CBD si trovano in tutto il corpo, non c’è sistema che il CBD non possa regolare. Può anche essere applicato sulla pelle per un rapido sollievo nel luogo del dolore. Sebbene il CBD agisca in modo coerente su diversi sintomi del corpo, può richiedere tempi diversi per fare effetto a seconda del metodo di dosaggio.

Come scegliere il miglior prodotto a base di CBD per il proprio corpo

Il CBD agisce in modo coerente nel corpo, ma può essere assorbito in diversi modi per ottenere questi effetti. Questa è la principale differenza tra tutti i tipi di prodotti CBD altrimenti equivalenti. Il tempo e la durata dell’insorgenza degli effetti sono considerazioni importanti quando si sceglie un prodotto a base di CBD per le proprie esigenze e i propri sintomi.

In generale, i prodotti a base di vapore e di fiori di canapa grezzi hanno i tempi più rapidi per l’insorgenza degli effetti di tutti i prodotti a base di CBD. Questo perché questi prodotti veicolano rapidamente il CBD nel flusso sanguigno attraverso i tessuti molli dei polmoni e forniscono un sollievo sistemico da dolore, infiammazione, ansia, depressione e altre condizioni. Il sollievo è rapido: in genere le persone si sentono meglio entro 15 minuti dall’uso di uno di questi prodotti.

Anche i prodotti topici iniziano a funzionare rapidamente (entro 15-30 minuti) grazie alla loro interazione con i recettori endocannabinoidi della pelle. Questa proprietà può rendere il CBD topico molto utile per fornire un sollievo mirato alla fonte del disagio. È anche utile per alleviare sintomi improvvisi come spasmi muscolari o crampi.

Le tinture e gli oli di CBD di solito iniziano a fare effetto in circa un’ora, a seconda di come sono formulati e di come vengono assunti. Gli effetti delle formule idrosolubili sono di solito più rapidi rispetto alle tinture tradizionali a base di olio, ma il sollievo può essere accelerato tenendo il prodotto in bocca il più a lungo possibile invece di ingerirlo. Questo permette alla tintura di essere assorbita dai tessuti molli della bocca e rende le tinture e gli oli una scelta versatile.

I prodotti commestibili come le gomme, i gel morbidi e le capsule hanno il tempo di insorgenza più lungo di tutti i prodotti a base di CBD. Questo perché vengono assorbiti attraverso il tratto digestivo, il che comporta un tasso di assorbimento molto variabile, come può dirvi chiunque abbia assunto edibili a base di THC. Sebbene possano essere necessarie fino a due ore per provare sollievo quando si usano gli edibili di CBD, questi forniscono anche un sollievo duraturo dai sintomi. Molte persone affermano di utilizzare gli edibili e le capsule di CBD per un comfort che dura tutto il giorno, rendendo questi prodotti ideali per le patologie croniche.

CBD Softgels, Capsules and Edibles

I prodotti a lunga durata a base di CBD, come gli edibili, le capsule e le capsule morbide, sono il nostro modo preferito per ottenere un sollievo costante che dura per ore. Poiché vengono assorbiti attraverso l’apparato digerente, l’assorbimento di questi prodotti tende a richiedere più tempo rispetto ad altri metodi di somministrazione. Tuttavia, questo lungo periodo iniziale è anche accompagnato da ore di comfort grazie all’effetto duraturo del CBD assorbito attraverso lo stomaco e l’intestino.

Se vi piace l’idea di un comfort duraturo e di un supporto alla salute, ma non vi piace l’idea di aspettare due ore per sentirvi meglio, vi consigliamo di combinare una dose alimentare di CBD con qualcosa che agisca un po’ più velocemente. Per un sollievo immediato, si può prendere in considerazione una penna da svapo, una ciotola di fiori di canapa organici o un prodotto topico a base di CBD. Si possono anche prendere in considerazione le tinture, in particolare le formule a base d’acqua, che vengono assorbite più facilmente dall’organismo.

Ci piace soprattutto il CBD commestibile nel trattamento di condizioni croniche senza sintomi acuti. Questi prodotti sono i nostri preferiti per prevenire le riacutizzazioni e gestire i sintomi lievi ma persistenti. Sebbene rientrino tutti nella stessa categoria di efficacia, i prodotti CBD commestibili sono potenzialmente vantaggiosi per la loro diversità: offrono letteralmente qualcosa per tutti. Che siate fan delle classiche gelatine o che vi piacciano le gustose gommose aromatizzate, c’è un prodotto CBD commestibile che fa per voi.

Abbiamo apprezzato particolarmente le gelatine di Joy Organics, ma anche le capsule vegane di cbdMD. Se le gomme sono più adatte a voi, potete dare un’occhiata alle deliziose gomme vegane offerte da cbdMD. Realizzato con amido di tapioca anziché con gelatina, vi assicura che state curando i vostri sintomi senza sostenere la crudeltà sugli animali. Amiamo anche i CBD Peach Rings (o Sour Gummy Bears, se siete così inclini) di Seabedee per una deliziosa ed efficace dose sistemica di CBD organico.

Tinture e oli di CBD

Le tinture di CBD sono disponibili in molti gusti, dosaggi e formule diverse. A differenza degli edibles, che devono essere assorbiti nello stomaco, le tinture offrono una maggiore flessibilità nel dosaggio del CBD. Possono essere assunte per via sublinguale (fatte gocciolare sotto la lingua e tenute lì per uno o due minuti) o per via orale, inghiottite immediatamente o mescolate con cibo o bevande.

La versatilità delle tinture le rende utili nel trattamento di un’ampia gamma di sintomi, dal dolore e l’infiammazione alla febbre e all’ansia. Possono inoltre offrire ai nuovi consumatori di CBD una maggiore flessibilità di dosaggio. Questo vi permette di “sentire” quale strategia di dosaggio funziona meglio per voi senza impegnarvi immediatamente in più prodotti.

A noi piace la linea di tinture offerta da Joy Organics (il gusto al limone è il nostro preferito!). Se ritenete che le tinture idrosolubili siano più adatte a voi, vi consigliamo di dare un’occhiata alle tinture offerte da Binoid, che hanno una gamma di sapori che si abbinano perfettamente a cibi e bevande.

Subire le tinture sotto la lingua può accelerare significativamente i tempi di insorgenza, che in alcuni casi possono superare l’ora – entro 30 minuti per la maggior parte delle persone. Tuttavia, questa rapida insorgenza ha un prezzo. In generale, più tempo impiega un prodotto a fare effetto, più a lungo durano gli effetti.

In generale, le tinture idrosolubili agiscono più rapidamente del CBD a base di olio, ma questo può variare da persona a persona. Ci piace usare le tinture per un sollievo equilibrato che agisce in tempi relativamente brevi e rimane efficace per tutto il giorno. Tuttavia, se avete bisogno di un sollievo immediato, potreste prendere in considerazione i prodotti per la vaporizzazione del CBD o dei fiori di canapa.

Prodotti per la vaporizzazione del CBD e dei fiori di canapa

Quando avete bisogno di un sollievo immediato da sintomi gravi, ci sono poche cose migliori di un vaporizzatore di CBD o di una ciotola di fiori di canapa organici. A differenza dei metodi di dosaggio orale, il CBD inalato viene assorbito direttamente nel flusso sanguigno attraverso i tessuti polmonari. Questo metodo di somministrazione fornisce un sollievo quasi immediato, ma gli effetti durano solo per circa 4-6 ore.

Preferiamo inalare il CBD quando abbiamo bisogno di alleviare i sintomi acuti. Questi possono includere crampi, dolore, convulsioni e altri sintomi a insorgenza rapida. L’inalazione del CBD sotto forma di vaporizzazione o di ciotola offre il vantaggio di un comodo dosaggio. Sebbene sia meno preciso dei metodi orali, è più facile decidere se ne serve di più per sentirsi meglio.

Adoriamo le penne e le cartucce da svapo di Specktra, che sono disponibili in un’ampia gamma di gusti e mirano a diversi obiettivi.

Quando ci rivolgiamo ai fiori di cannabis, ci affidiamo alle gemme biologiche di Canna Comforts. Il fiore di cannabis di Canna Comforts è progettato per avere l’aspetto, l’odore, il sapore e il fumo della cannabis ed è sicuro di fornire un sollievo rilassante in tempi brevi. Se non avete tempo di riempire una ciotola o di rollare da soli, cercate uno spinello pre-rollato o un involucro di palma.

Dove acquistare CBD online: I nostri marchi di CBD preferiti per il 2021

L’industria della canapa è cresciuta in modo esponenziale dopo la legalizzazione. Con questo entusiasmo, nuovi marchi di CBD stanno spuntando più che mai, rendendo più difficile per i consumatori trovare il marchio di CBD migliore per le loro esigenze. Non mancano i prodotti e le aziende che cercano di fare soldi con l’olio di serpente, che probabilmente vi faranno porre la domanda: Quale marca di CBD ha dimostrato di funzionare? Qual è il migliore per la mia situazione? La missione di Key to Cannabis è sempre stata quella di fornire recensioni imparziali e oneste dei prodotti delle marche di CBD di cui ci fidiamo. Vogliamo rendere il vostro viaggio alla scoperta delle migliori marche di CBD il più semplice possibile. Finora nel 2020 siamo rimasti piuttosto colpiti dai marchi e dai prodotti CBD che hanno da offrire. Date un’occhiata ad alcuni dei nostri preferiti qui di seguito!

Marchio CBD più innovativo: FOCL

FOCL è entrata nel mercato del CBD con una combinazione unica di prodotti che il marchio chiama “health stack”. Con speciali capsule di CBD per il giorno e per la notte e gocce aggiuntive di olio di CBD, FOCL offre un relax equilibrato a base di CBD per darvi energia durante il giorno e prepararvi a un sonno rilassante la sera. FOCL ha collaborato con chimici, medici e altri esperti di benessere per creare una varietà di formule arricchite con erbe adattogene, funghi potenti e sostanze botaniche selezionate a mano. Similmente al modo in cui i bodybuilder impilano gli integratori per raggiungere la forma fisica generale, le formule intuitive e sofisticate di FOCL aiutano a impilare gli integratori naturali per aiutare gli utenti a raggiungere la salute di tutto il corpo.

La migliore marca di CBD per i principianti: Charlotte’s Web

Charlotte’s Web è uno dei nostri marchi di CBD preferiti, e per una buona ragione. Ci piace consigliare questo prodotto a coloro che hanno appena iniziato il loro viaggio nel CBD. Il loro sito web presenta un cercatore di prodotti facile da usare, perfetto per chi sta pensando di provare il CBD per la prima volta. Con poche e semplici domande, vi verranno proposte le raccomandazioni più adatte alle vostre esigenze.

La gamma di prodotti di Web Charlotte è molto varia e comprende creme, tinture di oli, estratti, capsule e gommosi. Soddisfa le preferenze e le esigenze di quasi tutti. Apprezziamo anche la trasparenza di Charlotte’s Web nel mostrare l’elenco completo degli ingredienti di ogni prodotto. È possibile anche controllare online i risultati di laboratorio aggiornati.

Si può notare che alcuni prodotti contengono altri ingredienti, come la melatonina o la L-teanina. Questi ingredienti si trovano in realtà naturalmente nel corpo umano, ma possono lavorare in combinazione con il CBD per potenziare gli effetti desiderati. Per esempio, Sleep Gummies associa la melatonina, mentre Calm Gummies utilizza la L-teanina (un aminoacido che favorisce il rilassamento). Per saperne di più su Charlotte’s Web e i suoi prodotti, cliccare qui.

Miglior marchio privato di CBD: Joy Organics

Avete mai visitato un ristorante con un lungo menu e vi siete chiesti quanto possa essere davvero buono quel ristorante? Il presupposto è che questi ristoranti non sono specializzati in nulla. Quindi probabilmente nemmeno loro eccellono in qualcosa. Joy Organics è l’opposto!

Hanno una gamma limitata di prodotti CBD senza THC e ad ampio spettro che ogni anno entrano nella nostra top 10 dei marchi CBD. Sebbene la scelta sia limitata, Joy Organics non lesina sulla qualità. Qualunque sia il prodotto in cui si investe, si sa che verrà testato e migliorato ogni volta. Siamo grandi fan delle loro penne da vape, delle bombe da bagno e delle tinture fin dal primo giorno. Quest’anno Joy Organics ha lanciato anche le sue nuove gomme al CBD!”

Miglior marchio di fiori di cannabis: Canna Comforts

Volete ottenere il vostro CBD nel modo più classico, con il fiore di canapa grezzo? Canna Comforts coltiva tutti i propri piani di canapa grezza negli Stati Uniti.

I ceppi di fiori di canapa sono tutti conformi al Farm Bill 2014 e 2018, contengono alti livelli di CBD e forniscono tutti i benefici di altri cannabinoidi benefici.

I ceppi di Canna Comforts producono un piacevole e lieve sballo corporeo senza la sensazione psicoattiva inebriante dei ceppi di THC. Tuttavia, questi fiori si sposano meravigliosamente anche con i boccioli normali. Possono persino sostituire lo sballo ordinario per farvi sentire un po’ più rilassati. Consigliamo di provare la varietà Lifter se siete alla ricerca di un alto profilo di CBD e la varietà Cherry se siete interessati alle terpie.

Migliore marca di CBD per animali domestici: Honest Paws

Honest Paws ottiene il nostro voto per il miglior marchio di CBD creato solo per gli animali domestici. Conosciuta per il suo estratto di CBD a spettro completo e per i suoi prodotti commestibili per i vostri amici pelosi. I loro prodotti sono studiati in base alle esigenze e ai livelli di forza del vostro animale domestico. Il dosaggio appropriato dipende dal peso dell’animale, ma può essere aumentato a seconda delle circostanze specifiche.

I prodotti vanno dai bocconcini al burro di arachidi agli alimenti per il trattamento. Anche i gusti riflettono le esigenze e le finalità specifiche dei prodotti a base di CBD. Qual è la cosa più bella di Honest Paws? Producono prodotti a base di CBD per tutti gli animali domestici, compresi cani, gatti e cavalli! Il marchio di CBD più conveniente:

CBDistillery è la scelta migliore per il CBD con un budget limitato. Offrono prodotti a spettro completo prodotti negli Stati Uniti ai prezzi più ragionevoli. Apprezziamo CBDistillery non solo per i prezzi dei prodotti, ma anche per l’etichettatura semplice e la coerenza dei dosaggi.

Ogni prodotto ha un codice QR direttamente sulla confezione. Con una rapida scansione è possibile visualizzare immediatamente i risultati di laboratorio del prodotto. Il prezzo e l’etichettatura accurata rendono questo prodotto un’ottima scelta anche per i principianti.

Migliori prodotti CBD: Le bombe di canapa

Le bombe di canapa hanno sicuramente alcuni degli usi più singolari del CBD oggi disponibili! Se siete interessati a esplorare qualcosa di diverso dagli estratti o dalle capsule, Hemp Bombs ha qualcosa per diversificare la vostra routine con il CBD.

Gli appassionati di edibles apprezzeranno l’ampia varietà di gummies, “shot” energetici al CBD e lecca-lecca. Dall’unguento al CBD per i tatuaggi alla crema per la terapia del freddo per il dolore e persino all’olio per la barba, nella gamma di Hemp Bombs c’è qualcosa che può piacere a quasi tutti.

L’approccio più scientifico: Ambari Gardens

Ambari Gardens non scherza quando si tratta della scienza alla base del CBD. Utilizzano la propria canapa, coltivata appositamente per la produzione di CBD, che viene poi sottoposta a un approfondito processo di analisi nel proprio laboratorio. I ceppi di Ambary Gardens sono naturalmente a basso contenuto di THC e producono alcuni dei prodotti CBD più puri possibili.

Dalle tinture alle capsule di gel e ai prodotti specializzati per condizioni come la guarigione della pelle e dei muscoli. Se state cercando un CBD isolato (solo CBD senza elementi provenienti dal fiore di canapa) o un estratto ad alta potenza e a spettro completo, non cercate oltre.

Marchio con la più alta potenza di CBD: cbdMD

cbdMD è un altro marchio di CBD ad ampio spettro che ogni anno è in cima alla nostra classifica dei migliori marchi. Con un’ampia gamma di prodotti tra cui tinture, gommosi, topici, capsule, sonniferi, bombe da bagno e altro ancora

Sebbene siano molti i marchi che offrono questi prodotti, cbdMD supera di gran lunga gli altri con la sua potenza pura. L’olio più potente contiene 7500 mg di CBD (o 250 mg per porzione). Un prodotto in particolare, il CBD Freeze Pain Roll On, non passerà mai inosservato per la sua forza e il suo successo.

Bonus: Linx Vapors Penne da Vape di alta gamma

Il vaping è uno dei modi più popolari per consumare CBD. Durante la vaporizzazione, l’olio di CBD viene assorbito istantaneamente, fornendo così un sollievo immediato rispetto ad altri metodi di consumo. Inoltre, potrete sperimentare l’aroma puro dei terpeni che si perde con altri metodi. Quindi, se amate vaporizzare il CBD, perché non scegliere il meglio? Linx Vapors offre alcune delle penne vaporizzatrici di più alta qualità attualmente sul mercato, con caratteristiche come gli atomizzatori in ceramica (la parte che riscalda l’acqua per la vaporizzazione). I nebulizzatori in ceramica garantiscono l’erogazione dell’aroma che si paga senza contaminazioni.

Due dei nostri preferiti di Linx Vapors sono il vaporizzatore di concentrato Blaze Onyx e il vaporizzatore di fiori Eden.

Conclusione

Tra le dieci società di cui sopra, non dovreste avere problemi a trovare la soluzione giusta per voi. Che siate alla ricerca di fiori di cannabis grezzi, di un estratto ad alta potenza o di un bel bocconcino per il vostro animale domestico, questo elenco è un inizio per trovare un prodotto che faccia al caso vostro.

Dove acquistare MCBD: Sempre più persone ricorrono al CBD per affrontare ogni tipo di problema, dal dolore cronico alle malattie cardiache, e i rivenditori più famosi iniziano a offrire prodotti a base di CBD sui loro scaffali. Probabilmente è solo questione di tempo prima che il CBD, un cannabinoide non psicoattivo, entri seriamente nel mainstream.

I segnali di questa promozione sono visibili sugli scaffali dei principali rivenditori, soprattutto nel settore della salute e della bellezza. Tuttavia, anche le farmacie locali stanno iniziando ad agire. Un numero sempre maggiore di catene di farmacie ha prodotti a base di CBD sugli scaffali dei propri negozi.

Mentre l’incerto status legale del CBD rimane un ostacolo per molti rivenditori nazionali, un numero crescente di catene di farmacie in alcuni Stati sta stoccando il CBD. A causa della disponibilità eterogenea del CBD, può essere difficile trovare farmacie locali che lo tengano in stock. In generale, gli Stati con programmi di cannabis legale hanno più opzioni per l’acquisto di CBD presso i dispensari.

Sebbene i prodotti a base di CBD non siano ancora mainstream, la tendenza sta rapidamente cambiando in questa direzione. Attualmente, i prodotti a base di CBD sono disponibili in una certa misura in tutte le maggiori farmacie del Paese. Tuttavia, non è così semplice. A causa delle restrizioni interstatali e della mancanza di chiarezza a livello federale sullo status legale della canapa, le catene nazionali a volte incontrano ostacoli nella fornitura di CBD. Pertanto, i dispensari locali che offrono CBD dipendono in larga misura dal luogo in cui si vive.

Poiché tutte le forme di canapa e marijuana rimangono illegali in South Dakota, Idaho e Nebraska, non è possibile acquistare prodotti a base di CBD nei negozi fisici di questi Stati. In altri Stati la vendita di CBD nei negozi è consentita, anche se alcuni Stati hanno restrizioni sulla concessione di licenze ai venditori di CBD.

Queste restrizioni sono il motivo principale per cui il CBD non è (ancora) disponibile a livello nazionale. Considerate questo: Il CBD è un settore in piena espansione e le aziende di tutti i tipi sono desiderose di capitalizzarlo. Ma per farlo, devono collaborare con le autorità di regolamentazione statali per vendere legalmente prodotti a base di CBD e canapa. Le aziende adottano approcci diversi (che esamineremo separatamente) e offrono prodotti diversi di conseguenza.

C’è un’ulteriore complicazione da considerare quando si cerca il CBD e presso il dispensario locale: si potrebbe non trovare ciò di cui si ha bisogno. Attualmente la maggior parte dei principali rivenditori offre solo prodotti per uso topico, non tinture o altri ingredienti. Questa situazione è in gran parte dovuta alle norme poco chiare della FDA sull’acquisto del CBD, che rendono confuso il quadro legale per la vendita del CBD nelle farmacie.

Finché la FDA non deciderà di porre fine alle loro assurdità (e noi non stiamo trattenendo il fiato), è improbabile che si trovino presto sugli scaffali delle farmacie tinture, gommosi o gel morbidi di CBD. Ma questo non significa che non possiate scoprire quali dispensari locali offrono CBD nella vostra zona: potrebbe solo volerci un po’ di tempo.

CVS

CVS, la più grande catena di farmacie del Paese, è una delle catene di farmacie che offre prodotti a base di CBD in molti Stati. Questi includono Alabama, Arkansas, Colorado, Georgia, Illinois, Indiana, Kentucky, Maryland, New Mexico, South Carolina, West Virginia, Tennessee e Texas. Il colosso farmaceutico è costantemente impegnato a rendere disponibile il CBD in un maggior numero di Stati del Paese.

CVS ha scelto di offrire solo prodotti CBD per uso topico. Comprendiamo questo approccio (piuttosto conservatore), indipendentemente dal fatto che siamo pienamente d’accordo o meno – dopo tutto, si tratta di un rivenditore nazionale. Non fraintendetemi però: l’attenzione del negozio per i prodotti topici non gli ha impedito di offrire una varietà di formule per soddisfare una varietà di esigenze e sintomi

Sebbene la selezione dei prodotti vari da stato a stato e da negozio a negozio, CVS lavora con molti marchi diversi di CBD. Tra questi ci sono marchi che conosciamo e amiamo, come PlusCBD Oil e Charlotte’s Web, che producono prodotti di qualità a prezzi accessibili. Questo ci fa sperare che CVS si approvvigioni di prodotti CBD in modo responsabile e si concentri sulla qualità piuttosto che sulla quantità.

Ciò significa che la farmacia ubiquitaria soddisfa abbastanza bene anche l’aspetto quantitativo. Uno sguardo superficiale alla gamma di prodotti CBD per uso topico mostra che c’è un po’ di tutto. Dalle creme antidolorifiche ai roll-on, dai prodotti per la cura della pelle ai trattamenti per capelli e corpo, CVS offre qualcosa per ogni esigenza.

Apprezziamo questa mossa della farmacia. Pur non avendo fretta di far pagare ogni componente di un regime completo a base di CBD, sembra che si siano resi conto delle diverse potenzialità del CBD. Questa consapevolezza si riflette anche nella loro gamma di prodotti, che comprende tutto, dagli antidolorifici ad alto dosaggio ai prodotti per il bagno e la cura del corpo.

Walgreens

Walgreens, un’altra dinamo del settore farmaceutico locale, offre prodotti a base di CBD in circa 1.500 negozi in 18 stati. Questi includono Alabama, Arkansas, Colorado, Illinois, Indiana, Kansas, Kentucky, Maryland, Michigan, Missouri, Nevada, New Mexico, Oregon, South Carolina, Tennessee, Vermont, Wisconsin e Washington. Walgreens continua a collaborare con gli Stati per offrire il CBD nei negozi, e questo elenco probabilmente si allungherà con il passare del tempo.

Come CVS, Walgreens ha deciso di limitare la sua selezione di CBD a creme, spray e cerotti topici. Sebbene riteniamo che la linea di demarcazione tracciata dalla FDA e dai principali rivenditori tra prodotti topici e commestibili sia alquanto arbitraria, non si tratta di una posizione scandalosa. L’azienda dichiara che ciò è stato fatto per offrire ai clienti una gamma più ampia di prodotti per il benessere.

In effetti, va notato che Walgreens è meno aperto sui prodotti e sui marchi CBD rispetto ad altri rivenditori. Rispetto ad altri dispensari che vendono CBD, non siamo ancora del tutto convinti. Non possiamo fare a meno di sollevare le sopracciglia: Nessuno dei prodotti CBD è elencato sul loro sito web, quindi non c’è modo di sapere cosa è disponibile in negozio senza recarsi di persona.

Abbiamo capito: se le persone entrano, è più probabile che comprino, perché sono già lì e lo vogliono subito. Ma siamo un po’ scettici su questa strategia. Invece di mettere gli acquirenti in condizione di prendere decisioni informate, c’è qualcosa che ci sembra poco sincero, come se si volesse scommettere sul fatto che le persone compreranno ciò che è disponibile perché ne hanno bisogno in questo momento. Questa strategia non sembra tenere conto dell’efficacia o della qualità dei prodotti, il che ci rende insicuri.

Sebbene non possiamo esprimere un’opinione sui prodotti CBD offerti da Walgreens, ci sembra un po’ strana la loro strategia. Essendo un gruppo di persone che si impegna a favore di una maggiore trasparenza, ci sembra un po’ sospetto che non si possa nemmeno sfogliare i prodotti disponibili online.

Pur essendo conveniente, non siamo sicuri di poterci fidare di Walgreens. Poiché non c’è chiarezza sulla coerenza dei prodotti da uno stato all’altro (o addirittura da un negozio all’altro), ciò che è corretto nella nostra farmacia locale potrebbe non esserlo in un’altra farmacia della stessa città o oltre i confini dello stato. Non stiamo dicendo che non si dovrebbe andare da Walgreens per il CBD, ma stiamo dicendo che vorremmo che ci fossero più informazioni disponibili al pubblico sui prodotti che offrono.

Rite Aid

Rite Aid, un attore relativamente nuovo (e piuttosto piccolo) nella vendita al dettaglio di CBD a livello nazionale, ha lanciato un programma pilota di vendita di CBD in Oregon e nello stato di Washington. Dal lancio del programma pilota nell’aprile 2019, l’azienda non ha ancora espresso piani per l’espansione del programma ad altri Stati, ma pensiamo che alla fine verrà esteso a livello nazionale. Rite Aid, che ha iniziato a operare negli Stati legali, è uno dei sempre più numerosi dispensari che offrono prodotti a base di CBD.

Anche Rite Aid ha deciso di vendere solo prodotti topici a base di CBD, e francamente ha avuto qualcosa di sorprendente da dire sulla sua posizione. “A questo punto”, afferma il COO Brian Everett, “offriamo solo soluzioni topiche che consistono in creme, balsami per labbra [e] lozioni”

Sembra ragionevole, ma Everett ha poi detto qualcosa di veramente sorprendente: “Nell’ambito del progetto pilota, non offriremo prodotti iniettabili in nessuno dei nostri negozi. Il COO di Rite Aid pensa davvero che la gente si inietti abitualmente il CBD? Pensa che le cose funzionino così?

Come appassionati di CBD che hanno testato personalmente centinaia di prodotti a base di canapa, possiamo dire con certezza che nessuna azienda ci offre una forma iniettabile di CBD. Google è rimasto sorpreso quanto noi dalla bizzarra dichiarazione di Everett: “Intende l’ingestione di CBD?”, ha chiesto. Nei pochi articoli che ha trovato sulla “forma iniettabile”, questo termine è stato usato in riferimento al potenziale del CBD di ridurre le morti per overdose e la dipendenza da oppioidi.

Speriamo che il signor Everett si sia espresso male, ma la sua dichiarazione non ci dà molta fiducia sulla conoscenza dei prodotti che Rite Aid vende. Il fatto che i nomi dei marchi che vendono non siano pubblicamente disponibili (almeno non facilmente) non aiuta la situazione. Sebbene la disponibilità di CBD presso Rite Aid possa essere conveniente per i residenti di Washington e Oregon, abbiamo bisogno di maggiori informazioni prima di raccomandarlo come fonte di CBD.

Walmart

Walmart è una formalità qui e vi spieghiamo perché: non offrono prodotti a base di CBD in nessuno dei loro negozi fisici. Ci rendiamo conto che ciò non rientra nello scopo di questo articolo, ma riteniamo che valga la pena di notare e osservare come Walmart gestisce la questione della disponibilità di prodotti CBD da parte dei dispensari locali. Se c’è una cosa che Walmart è in grado di fare, è quella di conquistare qualsiasi settore del mercato. Questa acquisizione sembra piuttosto strategica – anche in questo caso, non è una sorpresa – e inizia online.

Walmart ha scelto di vendere i prodotti a base di CBD esclusivamente online, presumibilmente per sondare l’interesse prima di mettere i prodotti sugli scaffali. Attualmente lavorano solo con due marchi: Medterra e Procana. Entrambi i marchi sono disponibili attraverso il portale di vendita online del negozio, ma gli ordini vengono evasi dall’azienda di integratori VitaSprings.

Tuttavia, la limitata disponibilità di marchi non deve essere percepita come una mancanza di varietà di prodotti. Walmart ha scelto di offrire prodotti per uso topico, oltre a softgel, tinture e altri prodotti ingeribili, poiché vende solo online e non nei negozi fisici. Hanno anche scelto di offrire prodotti per animali domestici, un potenziale vantaggio per i proprietari di animali. È sorprendente che, al momento in cui scriviamo, Walmart sia l’unico dispensario locale a offrire prodotti a base di CBD che includono prodotti per animali domestici.

Sebbene la prospettiva che il CBD sia disponibile presso un gigante della vendita al dettaglio come Walmart sia entusiasmante da un certo punto di vista, lascia ancora molto a desiderare. Lo stock di prodotti CBD sul sito web di Walmart è incostante e spesso è difficile trovare i prodotti. Non è una cosa inaspettata: a volte ci vuole un po’ di tempo per trovare ciò che è in vendita. Tuttavia, poiché lo scopo di questo articolo è quello di trovare prodotti disponibili localmente, non siamo assolutamente d’accordo con l’approccio di Walmart ai prodotti a base di CBD.

Kroger

Meglio conosciuto nel settore degli alimentari, Kroger è anche un attore importante nel mondo delle catene di dispensari locali. Il rivenditore vende i suoi prodotti a base di CBD in centinaia di negozi in tutto il Paese. Si tratta di Arizona, Arkansas, Colorado, Illinois, Indiana, Kansas, Kentucky, Michigan, Missouri, Nevada, Oregon, South Carolina, Tennessee, Texas, West Virginia, Washington, Wisconsin e Wyoming.

Come altri grandi dispensari che offrono CBD sugli scaffali dei negozi, Kroger ha scelto di offrire solo prodotti topici per il momento. Le marche disponibili sembrano variare da un negozio all’altro e da uno stato all’altro, ma sembra che in molte località del Paese sia disponibile una varietà di prodotti diversi. Anche alcuni degli altri dispensari locali di Kroger, come Fred Meyer e Smith’s Food & Drug, offrono CBD. Sebbene questi negozi prevedano di offrire prodotti topici a base di CBD come parte del nuovo programma di Kroger, l’ordine esatto di questo rollout non è chiaro.

Mentre i marchi disponibili sugli scaffali dei negozi Kroger variano da luogo a luogo, Charlotte’s Web e PlusCBD Oil sono tra i marchi di cui ci fidiamo e che sappiamo lavorare con Kroger. È difficile sapere esattamente cosa è disponibile, ma controllare online può aiutarvi a decidere quale località visitare. Può essere necessario un po’ di tempo per scoprire quali dispensari Kroger hanno i vostri marchi di CBD preferiti.

Una cosa da notare sul programma CBD di Kroger è che è leggermente diverso da quello di altre grandi farmacie. Anche se non sembra coerente in tutti i luoghi, alcuni negozi offrono prodotti a base di CBD solo al banco. Ciò significa che il CBD può essere acquistato in questi punti vendita solo durante gli orari di apertura delle farmacie, che di solito sono più brevi di quelli dei negozi di alimentari.

Per certi aspetti, questo approccio può essere positivo perché consente alle persone di parlare con un farmacista esperto di dubbi o domande su un prodotto. Tuttavia, potremmo anche scoprire che questo scoraggia alcune persone dal richiedere prodotti a base di CBD a causa di disagi o fastidi.

Sebbene i prodotti a base di CBD stiano diventando sempre più popolari e accessibili, probabilmente ci vorrà ancora un po’ di tempo prima che qualsiasi negozio locale possa essere un buon punto di riferimento per le vostre esigenze di CBD. Tuttavia, sembra che il numero di dispensari che offrono CBD stia crescendo rapidamente. Quale dispensario locale scegliere per il CBD, se esiste, dipende dalle vostre esigenze, dai vostri sintomi e dalla vostra fisiologia.

Le farmacie locali che offrono prodotti CBD per uso topico possono essere utili per molte persone e noi siamo qui per questo, ma riconosciamo anche che non sono (ancora) una fonte completa di prodotti per la salute a base di CBD. Per quanto riguarda la ricerca di dispensari locali che vendono CBD, ci aspettiamo che la disponibilità di questi prodotti continui a cambiare.

YouTube video: È legale spedire il CBD a casa mia? È possibile acquistare CBD online? (2023)


Rate article
Recensione di prodotti, notizie e guide sul CBD da The CBD Encyclopedia | TopCBDhempOilTrust