Cosa sono gli oli vettore di cbd e come si sceglie il migliore?

Imparare

Un buon prodotto a base di CBD ha molti componenti, tra cui il CBD stesso, i cannabinoidi di accompagnamento, le miscele di terpeni e gli additivi aromatici. Tuttavia, un ingrediente importante che non può essere ignorato è l’olio vettore di CBD.

Dopotutto, l’olio vettore è spesso il primo ingrediente della maggior parte dei prodotti a base di CBD, il che significa che costituisce una percentuale piuttosto elevata della formula complessiva. Inoltre, influisce sul gusto, sull’assorbimento, sulla consistenza e sul prezzo di qualsiasi prodotto a base di CBD. Forse vi sorprenderà sapere che si possono usare molti oli diversi per sospendere il CBD in tinture, softgel e prodotti topici. Il tipo di olio vettore utilizzato varia a seconda di ciò che il prodotto sta cercando di ottenere e dell’uso che se ne intende fare.

Cosa significa questo per voi?

Significa che se volete scegliere la formula di CBD più efficace per le vostre esigenze, dovete conoscere le vostre cose. Qui faremo una panoramica dei più popolari oli portatori di CBD e quando sono la scelta migliore, in modo che possiate scegliere la formula più adatta a voi.

Prima di tutto, iniziamo con le basi:

Che cos’è un olio portatore?”

Un olio portatore di CBD è un olio usato per sospendere la molecola di CBD e aumentare l’assorbimento nel corpo. I prodotti a base di CBD non sono l’unico tipo di prodotto in cui vengono utilizzati oli vettori: questa pratica è molto diffusa e viene utilizzata in quasi tutti gli integratori per la salute e per uso topico.

In genere, gli oli vettori sono oli a base di piante o noci, come l’olio di cocco o l’olio di semi di canapa, che offrono un sapore delicato e potenzialmente anche alcuni benefici nutrizionali. I diversi oli vettori hanno odori diversi, motivo per cui alcuni preferiscono uno all’altro. Alcune aziende possono anche utilizzare una miscela di oli portanti diversi per ottenere diversi profili aromatici o benefici nutrizionali.

Sebbene oli diversi siano utilizzati in formulazioni diverse, è possibile trovare oli portanti nei prodotti CBD per uso orale e nei prodotti CBD per uso topico.

Il CBD ha bisogno di un olio portante (e perché?)

Tecnicamente, il CBD non ha sempre bisogno di un olio portante, ma l’olio è necessario per quasi tutte le forme di CBD. L’eccezione alla regola è rappresentata dalla polvere di CBD isolato o da altri prodotti in polvere che possono non contenere olio vettore.

Nella maggior parte dei casi, tuttavia, i prodotti a base di CBD contengono olio vettore. Questo vale per quasi tutti i prodotti orali e topici. Ci sono molti motivi per cui i prodotti a base di CBD contengono oli vettore, come ad esempio:

Facilità d’uso

Innanzitutto, il CBD è sospeso in olio per regolare la potenza dell’estratto di CBD puro. Poiché l’estratto di CBD può essere molto potente, la semplice dose può essere troppo piccola per essere misurata. I produttori possono produrre un prodotto facile da misurare in modo costante aggiungendolo a un olio vettore alimentare. Ciò consente di misurare in modo più efficiente le mezze dosi, le doppie dosi o altre dosi maggiorate, in modo da avere un maggiore controllo sulla propria routine di dosaggio del CBD.

Favorire l’assorbimento

Il CBD è liposolubile, il che significa che il corpo ha bisogno di grassi per scomporlo e utilizzarlo. Per questo motivo, i produttori utilizzano spesso una ricca fonte di grassi sani, come l’olio MCT derivato dalle noci di cocco.

Se i prodotti a base di CBD non contengono grassi, bisogna assicurarsi di assumere una fonte di grassi sani con la propria dose di CBD. Altrimenti, il CBD potrebbe passare attraverso di voi e disperdersi.

Mantenere l’integrità dei cannabinoidi

I cannabinoidi sono volatili se lasciati esposti. In altre parole, sono sensibili alla temperatura, alla luce solare e ad altri elementi e possono degradarsi rapidamente nel tempo. Gli olii vettore aiutano a proteggere il CBD dalle intemperie e a creare un prodotto con una durata di conservazione più lunga. Naturalmente, è necessario conservare i prodotti a base di CBD in un luogo fresco e buio per mantenerli freschi il più a lungo possibile.

Potenziamento dei benefici nutrizionali

Alcuni prodotti a base di CBD mirano a specifici benefici per la salute, e gli oli vettori possono aiutare a ottenere questi effetti fornendo varie vitamine, antiossidanti, minerali e altro ancora.

Cambiare il gusto

Non è un segreto che oli diversi abbiano un sapore diverso e i produttori spesso sfruttano questo aspetto a loro vantaggio quando creano diversi prodotti a base di CBD. Ad esempio, un olio con un aroma più intenso può essere utilizzato per creare prodotti con un profilo di sapore di cioccolato fondente, mentre gli oli con un aroma più leggero sono spesso scelti per prodotti dal gusto naturale. Mentre alcuni oli vettore sono più facili da trovare rispetto ad altri, la scelta del profilo aromatico dipende interamente dalle vostre preferenze.

Sicurezza e precauzioni

In generale, è possibile mescolare il CBD con qualsiasi olio commestibile per creare prodotti CBD sicuri, ma ci sono alcune cose di cui essere consapevoli quando si sceglie il miglior olio vettore di CBD per voi. In particolare, alcuni oli contengono allergeni (si pensi alle allergie al cocco o alle noci) che possono essere pericolosi per alcune persone. Inoltre, gli oli di bassa qualità si deteriorano più rapidamente e possono causare disturbi digestivi, soprattutto in dosi elevate.

Gli oli possono anche irrancidire, ma questo problema dovrebbe essere riconoscibile dall’odore. Alcuni prodotti contengono più di un olio vettore, il che può essere fuorviante se non si fa attenzione a leggere l’etichetta. In generale, prima di acquistare un prodotto, è necessario controllare l’intero elenco degli ingredienti per assicurarsi che gli oli vettore soddisfino le proprie esigenze e restrizioni dietetiche.

Prestare attenzione ad altri elementi chiave della qualità, come la qualità del CBD, il tipo di formula utilizzata e il processo di analisi di laboratorio del marchio per garantire la sicurezza e la qualità del lotto finale. Date un’occhiata alle nostre recensioni dei prodotti CBD per risparmiare un po’ di lavoro.

Qual è il miglior olio vettore per il CBD?

Il miglior olio vettore per i prodotti CBD è solitamente l’olio di cocco MCT. Offre un sapore delicato e fornisce una speciale composizione di acidi grassi essenziali necessari per favorire l’assorbimento del CBD. Naturalmente, l’olio di canapa è un’altra opzione naturale e altamente nutriente utilizzata in molti prodotti a base di CBD.

In definitiva, l’olio vettore è essenziale, ma la qualità del CBD e l’assenza di contaminanti possono far passare in secondo piano il tipo di olio vettore utilizzato. Assicuratevi di prestare attenzione a tutti gli aspetti della qualità di un prodotto quando scegliete il miglior olio di CBD per voi.

Se siete allergici all’olio di cocco o volete un prodotto a base di CBD con un profilo aromatico diverso, ci sono molte altre opzioni di olio vettore tra cui scegliere. Vediamo le opzioni più comuni:

1) Olio MCT: Il miglior olio vettore per il CBD

L’olio MCT (o olio di trigliceridi a catena media) è l’olio vettore più popolare utilizzato per produrre prodotti a base di CBD. L’olio MCT può essere ottenuto da diverse fonti, come l’olio di palma o l’olio di cocco, ma l’olio di cocco è molto più sostenibile.

Questo olio vettore è sottile e facile da dosare, ma fornisce anche una potente dose di grassi essenziali e antiossidanti. L’olio MCT offre un sapore delicato, gradevole e versatile, il che significa che può essere utilizzato in prodotti che devono ottenere profili di sapore delicati o complessi. Poiché le molecole di MCT sono piccole, possono aiutare a diffondere rapidamente il CBD nell’organismo.

Questo è il tipo di olio vettore più conveniente e lo si può trovare nei prodotti CBD per uso topico e orale.

Pro:

  • Può contenere molto CBD
  • Assorbimento rapido
  • Profilo aromatico delicato
  • Altamente disponibile
  • Efficace dal punto di vista dei costi
  • Può essere un’opzione ecologica

Protezioni:

  • Basso profilo nutritivo
  • Può rappresentare un problema per chi soffre di allergie al cocco

2) Olio di avocado

L’olio di avocado è un olio vettore denso che sta guadagnando popolarità man mano che i benefici dell’avocado per la salute vengono riconosciuti. Come olio vettore, l’olio di avocado può fornire un’elevata dose di vitamine e grassi essenziali. Tuttavia, è un olio più denso e più difficile da dosare rispetto all’olio di cocco, quindi è una scelta più popolare per i prodotti topici.

Pro:

  • Sapore delicato e di nocciola
  • Sensazione lussuosa per prodotti topici
  • Alto contenuto di vitamine e antiossidanti
  • Velocemente assorbito dalla pelle

Perdite:

  • Più concentrato e più difficile da dosare dell’olio di cocco
  • Una delle opzioni più costose
  • Può essere difficile da trovare nei negozi

3) Olio di semi di canapa

I semi di canapa sono composti per lo più da olio, ma l’olio contiene pochi o nessun cannabinoide. Tuttavia, contiene una forte dose di grassi sani e una serie di vitamine e antiossidanti.

Alcune fonti suggeriscono che l’olio di semi di canapa può aiutare a gestire l’infiammazione, ma non ci sono prove per confrontare l’efficacia di questi benefici con i potenziali benefici antinfiammatori di altri oli. Tuttavia, poiché l’olio di semi di canapa è un sottoprodotto del processo di produzione del CBD, molte persone lo preferiscono come opzione più “naturale”. È anche l’olio vettore più comune nei prodotti a spettro completo, poiché si ritiene che possa aumentare gli effetti collaterali dei cannabinoidi.

Benefici:

  • Ad alto contenuto di antiossidanti e oli essenziali
  • Può potenziare l’effetto antagonista della cannabis
  • Valore efficace

Protezioni:

    • Aroma più forte, che risulta sgradevole per alcune persone

    4) Olio d’oliva

    L’olio d’oliva è un olio vettore meno comune per i prodotti a base di CBD, ma si trova più facilmente nei prodotti topici. Sebbene il suo sapore delicato e di nocciola possa essere benefico per alcune persone, si tratta di un olio vettore più denso che può essere più difficile da dosare quando viene utilizzato per preparare prodotti da somministrare per via orale. Questa è anche un’opzione popolare per alcune persone che vogliono evitare alcuni allergeni come l’olio di cocco o gli oli di noci.

    Pro:

    • Abbondanza di vitamine e antiossidanti
    • Può avere ulteriori benefici per la salute del cuore
    • Gusto delicato

    Contro:

    • Assorbimento più scarso
    • Difficile da misurare
    • Contiene meno CBD rispetto ad altri oli vettore

    5) Olio di semi d’uva

    L’olio di semi d’uva è un altro olio dal sapore delicato che è cresciuto di recente in popolarità grazie ai suoi potenziali benefici per la salute. Tuttavia, non ha un profilo di grassi saturi elevato, il che lo rende una scelta più popolare per i prodotti CBD topici. Si tratta comunque di un’opzione nutriente, utile per la maggior parte delle applicazioni topiche, anche per chi è allergico ad altri oli topici a base di noci.

    Benefici:

    • Idratante e ricco di vitamina E
    • Ricco di antiossidanti
    • Assorbimento rapido, non grasso

    Protegge:

    • Non adatto ai prodotti orali
    • Facilmente assorbito quando viene ingerito
    • Più difficile da trovare

    Conclusione

    Gli oli vettori sono presenti in quasi tutti i prodotti a base di CBD (tranne gli isolati in polvere e altri prodotti in polvere) perché facilitano il dosaggio del prodotto e favoriscono l’assorbimento del CBD. I diversi oli portatori di CBD hanno proprietà diverse, come profili aromatici, sostanze nutritive e tassi di assorbimento diversi. Alcuni oli vettori, come l’olio d’oliva e l’olio di avocado, sono utilizzati principalmente per i prodotti topici, poiché sono più densi e non adatti alle tinture o ad altri dosaggi che devono essere attentamente misurati.

    Nella maggior parte dei casi Il miglior olio vettoriale per il CBD è l’olio di cocco MCT, poiché può essere assorbito rapidamente, è economico e ha un profilo di sapore delicato. È possibile trovare un’ampia gamma di tinture di CBD, softgel e altro ancora realizzati con olio di cocco MCT di prima qualità, spesso a prezzi molto convenienti.

    Domande:

    Il CBD può essere un olio vettore?

    No, il CBD non è un grasso, sebbene sia una molecola liposolubile. Ha quindi bisogno di grassi per essere scomposto e assorbito dall’organismo. Spesso si trovano prodotti a base di CBD realizzati con olio di cocco MCT, olio di semi di canapa o un altro olio vettore di alta qualità.

    Come si mescola l’olio di CBD con un olio vettore?

    La maggior parte dei prodotti a base di CBD contiene già un olio vettore. Se si desidera dosare il CBD con l’olio, l’opzione migliore è acquistarlo già preparato con un olio vettore di alta qualità, in quanto il CBD sarà già distribuito uniformemente all’interno del prodotto. Se si preferisce, si può mescolare la polvere di CBD isolato all’olio, misurando prima la dose e aggiungendo poi qualche goccia dell’olio scelto. In alternativa, si può imparare a produrre l’olio di CBD da zero.

    L’olio di canapa può essere usato come olio vettore?

    Sì! Oltre all’olio di cocco MCT, l’olio di canapa è l’olio vettore più utilizzato nei prodotti CBD. L’olio di canapa è una ricca fonte di acidi grassi che vengono prodotti naturalmente nel processo di produzione del CBD, quindi molti prodotti a base di CBD contengono un po’ di olio di canapa.

    Si può usare l’olio d’oliva come olio vettore?

    Sì, l’olio d’oliva è un’altra opzione possibile, anche se meno comune, per gli oli vettore di CBD. Sebbene molte persone preferiscano il profilo aromatico e la sensazione in bocca dei prodotti a base di olio d’oliva, la loro consistenza più densa può rendere questi prodotti difficili da dosare.

    YouTube video: Cosa sono gli oli vettore di CBD e come si sceglie il migliore?


Rate article
Recensione di prodotti, notizie e guide sul CBD da The CBD Encyclopedia | TopCBDhempOilTrust